L’obiettivo è 30 ed il Parco Regionale Sirente Velino in 4 anni ha reintrodotto già 24 camosci appenninici. Un’attività di ripopolamento che non ha il solo merito di reintrodurre esemplari negli habitat di origine, ma anche di avviare la nascita dei piccoli. Solo quest’anno il censimento autunnale svolto dal Parco insieme ai Carabinieri Forestali ha restituito la certezza della presenza di 8 camosci nati quest’anno, che si aggiugono ai 15 nati a partire dal 2014. Attualmente, sul crinale del Monte Sirente, tra giovani e adulti, il numero stimato di camosci appenninici è di 45 esemplari.