Nel Parco Regionale Sirente Velino è stata riproposta la realizzazione di opere di collegamento degli impianti di Ovindoli con Campo Felice. Si vuole così realizzare un unico comprensorio sciistico finanziato con ben 6 milioni di euro. Ultimamente sembra non ci sia pace per questo Parco: ha visto infatti proporre progetti di riperimetrazione dei confini, di lottizzazioni di intere aree naturali, di gestione del territorio a consorzi venatori e, per finire al collegamento tra queste due stazioni sciistiche. Dobbiamo ricordare che questa è una delle aree naturalisticamente più importanti del Parco Regionale e un corridoio strategico per la fauna, in particolare per l’orso bruno marsicano, che spesso frequenta il territorio del Parco. Secondo Gaetano Falcone, Presidente del Club Alpino Italiano (CAI) Abruzzo questo progetto è: “Non tiene conto della sempre più grave crisi del turismo invernale, dei cambiamenti climatici e della penuria di neve degli ultimi anni, dei vincoli esistenti del Parco Regionale e quelli comunitari ben più stringenti, delle norme sui Siti d’Importanza Comunitaria (SIC) e di quelle sulle Zone di Protezione Speciale (ZPS) che fanno parte della Rete Natura 2000”. Inoltre Falcone ci tiene a far sapere e sottolineare che il CAI Abruzzo “Sarà vigile a difesa del patrimonio naturale, unica vera risorsa della Regione e patrimonio di tutti i cittadini”.

IL PRECEDENTE DEL 2016 – Nel 2016 si alzano le prime importanti proteste contro l’ampliamento dei bacini sciistici già esistenti di Ovindoli Monte Magnola e di Campo Felice. La giunta regionale mise nero su bianco con una delibera di voler considerare “strategico” il collegamento tra i due impianti, recependo un progetto speciale territoriale (PST) della Direzione parchi territorio ambiente energia della Regione Abruzzo, risalente al 1997 e successivamente aggiornato alle osservazioni e alle intese tra l’ente e il Parco Sirente Velino nel 2007. Il progetto richiedeva un finanziamento di 12,8 milioni totali. Non tardarono ad arrivare numerose critiche.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì alle 10:00.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.