È stato siglato un importante accordo fra le Agenzie ambientali delle regioni Campania e Basilicata che permetterà di approfondire le conoscenze del litorale tirrenico della regione lucana e di metterle a disposizione dei cittadini e degli stakeholder.  L’intesa, sottoscritta a fine febbraio, prevede la collaborazione delle due agenzie per il monitoraggio delle acque marino-costiere lucane del litorale tirrenico: Arpa Campania metterà a disposizione dei colleghi di Arpa Basilicata esperienza, strumentazioni, personale e mezzi, tra cui il battello oceanografico Helios, ammiraglia della flotta dell’agenzia campana. L’obiettivo è approfondire la conoscenza dell’ambiente marino della costa tirrenica della Basilicata. 

MONITORARE LA QUALITÀ DELLE ACQUE – “L’azione condivisa con l’Agenzia campana contribuisce al rafforzamento del Sistema a rete per la protezione dell’ambiente in linea con la legge n. 132/2016 . Il supporto dei tecnici campani ci consentirà di analizzare i campioni prelevati per determinare lo stato di qualità delle acque, valutandone in particolare lo stato chimico e biologico. Le determinazioni riguardano, tra l’altro, la concentrazione di contaminanti chimici, il fitoplancton e il raggiungimento dello stato di salute delle praterie di posidonia oceanica” ha evidenziato il direttore generale Arpab Edmondo Iannicelli .

L’INTEGRAZIONE TRA AGENZIE AMBIENTALI REGIONALI – “Questo accordo –  ha sottolineato il commissario straordinario Arpac, Stefano Sorvino – è una conferma delle potenzialità del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, che comporta una crescente integrazione tra le agenzie ambientali regionali. Con questa logica – ha argomentato l’avvocato alla guida dell’Arpa Campania – le agenzie con proprie specificità possono metterle a disposizione di altre regioni, in un’ottica di reciproco arricchimento. Il monitoraggio delle acque marino-costiere è indubbiamente un punto forte dell’Agenzia campana, che fin dal 2008 si è dotata di una propria flotta, utile sia per lo studio dell’ambiente marino, previsto dal Testo unico dell’ambiente, che per i controlli sull’idoneità delle acque di balneazione”. L’accordo Basilicata-Campania riguarda il monitoraggio delle acque marino-costiere previsto dal Testo unico dell’ambiente.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì alle 10:00.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.