#SETTIMANADEL PESTO, la nuova campagna a supporto della candidatura a patrimonio UNESCO
#SETTIMANADEL PESTO, la nuova campagna a supporto della candidatura a patrimonio UNESCO

La Regione Liguria intende promuovere una “Settimana del pesto” dal 12 al 18 marzo, con eventi, campagne sui social network e il coinvolgimento di VIP, nel ruolo inedito di “pestimonial”. L’idea nasce a sostegno della candidatura del Pesto Genovese a patrimonio culturale immateriale dell’umanità. La richiesta riguarda in particolare la salvaguardia dell’antica tecnica della preparazione del pesto al mortaio e del suo valore storico, sociale e identitario per la Liguria. La domanda è stata avviata e viene seguita dall’Associazione Culturale Palatifini (che dal 2007 organizza il Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio: www.pestochampionship.it), ed è inoltre sostenuta dalla Regione Liguria, dalla Camera di Commercio di Genova e delle Riviere Liguri, dal Comune di Genova, dall’Università e da moltissimi altri Comuni liguri, istituti e associazioni culturali e imprenditoriali della nostra regione, italiane e straniere. A breve il Comitato Interministeriale Italiano dell’UNESCO si riunirà per valutare questa proposta di candidatura.

I MOMENTI CLOU DELLA MANIFESTAZIONE – I momenti clou della manifestazione saranno sabato 17 marzo, data in cui a Genova si terrà la VII edizione del Campionato mondiale di pesto al mortaio, e domenica 18 marzo, in cui verrà organizzata in molti Comuni la più ampia partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini alla candidatura per il riconoscimento presso Unesco. Il pesto sarà ovviamente il filo conduttore degli eventi della settimana, in cui viene sollecitata un’adesione popolare anche tramite raccolta di firme in un apposito registro, al fine di sostenere la petizione.

SARANNO TUTTI INVITATI A CIMENTARSI NELLA PREPARAZIONE –  Domenica 18 marzo, quindi, in tutti i Comuni e territori liguri che hanno aderito, verranno organizzati eventi di preparazione collettiva del pesto al mortaio: tutti coloro che lo desiderano verranno invitati a cimentarsi e sfidarsi a fare il pesto più buono, portandosi da casa il mortaio o utilizzando quelli messi a disposizione dagli organizzatori: tutto è incentrato sul motto “Firma e pesta”. Sono previste iniziative collaterali, come mercatini locali, menù “a tutto pesto” nei ristoranti e trattorie, vetrine dei negozi addobbate a tema, ecc.