Oggi , presso la sede del Parlamento europeo di Bruxelles, il servizio per i cambiamenti climatici di Copernicus (C3S) e il servizio di monitoraggio dell’atmosfera di Copernicus (CAMS), gestiti entrambi dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (CEPMMT), presenteranno lo stato del clima in Europa, offrendo una panoramica degli indicatori climatici nel 2017. L’evento si svolgerà sotto il patronato del Parlamento europeo e sarà ospitato dagli europarlamentari Flavio Zanonato e Klaus Buchner.

IL PROGRAMMA COPERNICUS – Istituito quattro anni fa, Copernicus, il programma faro europeo di osservazione della Terra, fornisce una straordinaria quantità di dati ambientali a supporto delle politiche pubbliche e dello sviluppo di un’economia basata sulle conoscenze efficace e sostenibile. I servizi di Copernicus gestiti dal CEPMMT monitorano costantemente i dati su scala globale. I dati satellitari e in situ acquisiti da Copernicus vengono inseriti in modelli informatici all’avanguardia per elaborare mappe, grafici, previsioni e molti altri materiali aggiornati. Sulla base di tali informazioni, il CEPMMT ha redatto «Sintesi sullo stato del clima in Europa – 2017», un insieme di indicatori rilevanti ricavati dai suoi servizi che offrono una panoramica dell’anno 2017 nel contesto del cambiamento climatico.

IN EUROPA NEL 2017 –  in Europa si sono registrate temperature medie superiori di 0,8 gradi  Celsius rispetto alla media del periodo 1981-2010. In particolare in Europa sud-occidentale si sono verificate gravi siccità, con precipitazioni e livelli di umidità del suolo bassissimi in tutta la regione. Nel settore europeo dell’Artico si è registrata una riduzione dell’area del ghiaccio marino invernale di 600 000 chilometri quadrati e si è osservata una sensibile diminuzione dello spessore del ghiaccio nei ghiacciai di tutto il globo a partire dagli anni ’60. La sintesi illustra l’evoluzione a lungo termine di diverse importanti variabili climatiche utilizzabili per valutare le tendenze globali e regionali.

QUESTI DATI SONO FONDAMENTALI PER COMPRENDERE LO STATO DEL NOSTRO PIANETA – Fornendo informazioni ambientali gratuite, affidabili e aggiornate, i servizi di Copernicus supportano gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. I dati osservazionali e le previsioni sui gas a effetto serra e sulle temperature dell’aria in superficie, inoltre, contribuiscono al monitoraggio dell’efficacia dell’accordo COP21 di Parigi. I servizi di Copernicus, quindi, forniscono ai responsabili delle politiche, all’industria e alla collettività le informazioni ambientali necessarie per collaborare alla costruzione di un futuro più sostenibile.

DURANTE L’EVENTO SONO STATE MOSTRATE DIVERSE APPLICAZIONI PRATICHE – basate sui dati raccolti dai servizi di Copernicus, evidenziando il modo i cui le informazioni fornite da Copernicus stimolino l’economia e giovino ai cittadini europei. Saranno portati esempi riguardanti il mercato in crescita delle app per smartphone che danno informazioni sulla qualità dell’aria e le imprese emergenti che offrono «servizi climatici» quali quelli che utilizzano previsioni climatiche di più lungo termine per valutare le correnti fluviali future e gli indicatori di energia rinnovabile.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.