Amianto sul tetto di un'abitazione
Amianto sul tetto di un'abitazione

Nel nuovo decreto sulle Fonti di energie rinnovabili (Fer), a settembre, sarà inserita “una premialità”, per chi sostituisce i tetti di amianto con pannelli solari. Lo ha annunciato il presidente della Commissione Industria del Senato Gianni Girotto (M5S) in occasione della consegna di oltre 55mila firme raccolte (55.089) e consegnate al ministro dell’Ambiente Sergio Costa della petizione #BastaAmianto, con cui si chiede di ripristinare un extra incentivo per consentire la bonifica di tetti e coperture in amianto che va ad aggiungersi agli incentivi dedicati a chi produce energia pulita attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici. Primi firmatari della petizione sono la deputata di Leu Rossella Muroni, il presidente di Legambiente Stefano Ciafani, il fondatore di Possibile Giuseppe Civati, Francesco Ferrante e Gianni Silvestrini di Kyoto Club, Giovanni Battista Zorzoli del coordinamento Free (Fonti rinnovabili ed efficienza energetica).

Da parte sua, il Ministro Costa ha scritto: “Accolgo con piacere le firme raccolte dalla petizione “Basta Amianto”. Si tratta di un’iniziativa importante e che ha coinvolto migliaia di cittadini su un tema importantissimo e che come Ministero abbiamo posto al centro della nostra azione di governo. Sostituire tetti con pannelli fotovoltaici ha la doppia valenza di ridurre la contaminazione da amianto e sviluppare una coscienza e una sensibilità verso le energie rinnovabili. Su questo quindi ci sarà il nostro impegno ma non basta. La cabina di regia sull’#amianto valuterà anche il tema, altrettanto importante, dello smaltimento. L’Italia ha un enorme deficit su questo e camion carichi di amianto percorrano il Paese per trovare discariche al nord o all’estero. Serve una riflessione profonda che tenga conto anche delle più moderne tecnologie inerenti l’intertizzazione e la messa in sicurezza. Ad maiora semper”, conclude il Ministro.