Il paradiso naturalistico dell’Alpe Devero in provincia di Verbano Cusio Ossola (Vco) è a rischio: un comprensorio sciistico-turistico con bar, seggiovie, piste da sci, parcheggi multipiano e punti panoramici artificiali potrebbe minacciare buona parte del contesto naturale, caratterizzato, fino ad ora, da un modello turistico sostenibile.
La LIPU, manifestando formalmente la propria contrarietà al piano, aderisce al “Comitato Tutela Alpe Devero”, formato da associazioni come Mountain Wilderness, Legambiente VCO, Italia Nostra VCO, Salviamo il Paesaggio Valdossola e Pro Natura Piemonte. “Abbiamo aderito al Comitato Tutela Alpe Devero – dichiara Giorgia Gaibani della Lipu – perché pensiamo che questo piano sia insostenibile per la natura di questa splendida area protetta. Il piano non tiene neppure conto della scarsità di precipitazioni nevose e lo spostamento della neve a quote sempre maggiori a causa dei cambiamenti climatici in atto, come dimostrano le numerose dismissioni di stazioni sciistiche”.
“Il piano – sottolinea il Comitato – danneggerebbe per sempre il paesaggio e l’ambiente, in un’area che in gran parte ricade all’interno del Parco naturale Veglia e Devero interessando siti della rete Natura 2000. Le minacce per questa area ad alto valore naturalistico derivano dalla possibilità che si realizzino nuovi impianti e infrastrutture che avrebbero un impatto ambientale e paesaggistico tutt’altro che trascurabile. “Il progetto – conclude il Comitato – presenta carenze riguardo l’analisi di contesto, il bilancio economico e il rapporto costi-benefici sul territorio”.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.