Il Ministro Sergio Costa incontrerà domani a Bruxelles il Commissario europeo all’Ambiente Karmenu Vella, al quale esporrà le misure messe in atto per superare le procedure d’infrazione europee avviate nei confronti dell’Italia per aver violato i limiti di Pm10 e biossido di azoto nell’aria dei centri urbani.

Per migliorare la qualità dell’aria e contrastare l’inquinamento atmosferico il Ministero dell’Ambiente sta procedendo con la sottoscrizione di accordi regionali, al momento siglati con le regioni Lazio e Umbria. Protocolli cui seguiranno accordi con altre regioni italiane, e che rappresentano una prima risposta alle procedura d’infrazione UE all’Italia.

Il nostro è un impegno concreto – ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa – che sappiamo urgente e necessario, anche a fronte dei dati sui livelli di smog nei centri urbani resi noti oggi dall’Ispra. Domani andrò in Europa a dimostrare ciò che concretamente, con la firma di questi primi due protocolli, abbiamo cominciato a fare per il miglioramento della qualità dell’aria. Ne seguiranno altri nei prossimi mesi, per migliorare considerevolmente la qualità dell’aria e dell’ambiente, in particolare nei grandi centri urbani”.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì alle 10:00.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.