Dai merli all’aquila reale, parte il nuovo progetto antibracconaggio della Lipu
D

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Attivati i primi campi antibracconaggio in Sardegna, grazie al nuovo progetto di volontariato della Lipu denominato Life Choona!, che sta per Choose the Nature – Scegli la Natura, finanziato dal programma Life dell’Unione Europea e sostenuto da Fondazione Cariplo. L’obiettivo è quello di reclutare 310 volontari, tra i 17 e i 30 anni, iscritti al Corpo europeo di solidarietà (European Solidarity Corps – ESC), la nuova iniziativa dell’Unione europea che offre ai giovani opportunità di volontariato, nel proprio paese o all’estero. I primi gruppi di volontari hanno iniziato in questi giorni le attività tramite i campi antibracconaggio sull’Isola, per contrastare il grave fenomeno dell’uccellagione, ossia la cattura illegale di piccoli uccelli come merli, tordi e pettirossi.

Più in generale, il progetto presterà attenzione a otto specie di uccelli protetti dalla Direttiva Uccelli e a tre specie fortemente minacciate da attività illegali in ambienti italiani, all’interno di siti della rete Natura 2000, di parchi nazionali e regionali, così come in altri ambienti naturali, come per esempio il fratino, l’aquila reale, la cicogna bianca e il falco della regina.

Il progetto mira a creare 22 gruppi di volontari (iscrizioni aperte alla pagina www.lipu.it/choona) tra i 17 e i 30 anni, che opereranno in diverse regioni italiane dove saranno impegnati in attività di perlustrazione e censimento dei nidi, monitoraggio della popolazione, sensibilizzazione della comunità locale e divulgazione delle problematiche ambientali. La durata è due anni e si richiedono un minimo di 42 giornate di volontariato.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.