Uno studio internazionale sull’esperienza dell’Isola d’Elba. Hanno partecipato Mazzantini, Forbicioni e Zanichelli.

Cittadini e ricercatori: una comunità per salvare le farfalle dell’Isola d’Elba

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

I più letti

Al simposio 2018 della Butterfly Conservation Unit che si terrà dal 6 all’8 aprile alla Southampton University, in Gran Bretagna, uno dei più importanti appuntamenti scientifici mondiali sui lepidotteri, verrà presentata anche l’esperienza in corso all’Isola d’Elba con un lavoro intitolato “Building a conservation community: the case of Tuscan Achipelago butterflies” (Costruire una comunità di conservazione: il caso delle farfalle dell’Arcipelago Toscano) al quale hanno partecipato tra gli altri, il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Firenze, il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell’Università degli Studi di Torino, alcune Università internazionali, la presidentessa del Parco regionale della Maremma Lucia Venturi e gli elbani Umberto Mazzantini (Legambiente Arcipelago Toscano), l’entomologo Leonardo Forbicioni e la direttrice del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano Franca Zanichelli.

Il leader di questo team di ricerca, Leonardo Dapporto, spiega che “gli ambienti insulari rivestono un enorme interesse per la conservazione delle farfalle. Infatti le isole apportano un contributo alla biodiversità molto grande rispetto alla loro superficie. Nonostante questo, le popolazioni insulari sono esposte ad alti rischi di estinzione. Le isole dell’Arcipelago Toscano spiccano fra tutte le isole europee per il loro altissimo contributo alla biodiversità. Per questa ragione, negli ultimi quindici anni, istituzioni accademiche e associazioni, insieme a un gran numero di cittadini hanno creato una comunità di conservazione per le farfalle dell’Arcipelago Toscano finalizzata a promuovere la ricerca, a divulgarne i risultati e a coinvolgere le comunità locali nella protezione delle farfalle”.

Nel contributo che verrà presentato e discusso al simposio 2018 della Butterfly Conservation Unit, i ricercatori sottolineano che «questa estesa attività ha permesso di creare un importante database composto da dati faunistici, da informazioni ecologiche e da più di mille sequenze molecolari sulle comunità di farfalle di ogni isola dell’Arcipelago. Durante questa attività molte specie ritenute scomparse su determinate isole sono state riscoperte, tra cui la specie endemica italiana Zerynthia cassandra. Questi dati hanno anche permesso di identificare nel declino della vegetazione naturale e nei cambiamenti climatici i più probabili fattori di estinzione delle farfalle su queste isole. Tutto questo ha permesso di redarre le priorità per la conservazione di questi insetti e di identificare una serie di azioni di conservazione che dovranno essere messe in atto nei prossimi anni per salvaguardare la diversità unica di queste isole”.

“In base a queste linee guida è stato possibile identificare un’area dell’Isola d’Elba di eccezionale valore per la conservazione delle farfalle e di istituirvi il Santuario delle Farfalle “Ornella Casnati”. Qui la conservazione delle farfalle si associa a una incessante azione di divulgazione. Il caso dell’Arcipelago Toscano rappresenta un’esperienza altamente virtuosa nel focalizzare l’interesse di diverse elementi della società verso la protezione di un gruppo animale spesso trascurato e crediamo possa funzionare da esempio per creare simili comunità di conservazione in altre simili realtà”.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.