Emergenza Rifiuti, Legambiente: “No gassificatori, autorizzare impianti per la gestione dell’umido”
Emergenza Rifiuti, Legambiente: “No gassificatori, autorizzare impianti per la gestione dell’umido”

Legambiente Sicilia propone di uscire dall’emergenza rifiuti approvando entro 30 giorni gli impianti per la gestione dell’umido presentati da mesi alla Regione. L’associazione ritiene che la scelta dei gassificatori è sbagliata, perché non avvia il corretto ciclo dei rifiuti. “Non avremmo avuto questa ennesima emergenza rifiuti se gli impianti di gestione dell’umido presentati da mesi e mesi alla Regione fossero stati autorizzati. Ora possiamo evitare di spendere altri soldi pubblici per nuove discariche e senza derogare alle regole esitando in 30 giorni, così come è già previsto dal giugno 2016, le istanze inevase per quelli impianti alternativi alle famigerate discariche. Comunque, siamo convinti, che la soluzione non è rappresentata dai gassificatori come quello ipotizzato a Lentini, perché, anche se con tecnologie diverse dagli inceneritori, non rispettano gli obiettivi europei nella gestione virtuosa dei rifiuti, non risolvono le criticità e gli ostacoli per avviare un corretto ciclo dei rifiuti e avviare anche in Sicilia l’economia circolare con nuove opportunità di lavoro” ha dichiarato Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia.