Il 15 Marzo 2018, all’interno della perimetrazione dell’Area Marina Protetta (AMP) Torre del Cerrano, è stata effettuata l’attività di monitoraggio dei rifiuti spiaggiati (Marine Litter) ed eseguita dall’ARTA Abruzzo. Sono stati censiti tre porzioni di spiaggia, appositamente delimitate da paletti, situate in zona B nell’area antistante la Torre di Cerrano. Questo monitoraggio è inquadrato nella Direttiva Europea sulla strategia marina (MSFD, Marine Strategy Framework Directive), dove si stabilisce che si debbano elaborare le azioni migliori per mantenere il “buono stato dell’ambiente marino” (GES, Good Environmental State).

L’Italia ha recepito la Direttiva con il Decreto Legislativo n. 190/2010, con l’obiettivo di incentivare la conservazione della biodiversità dell’ambiente marino attraverso le peculiarità della rete delle Aree Marine Protette. L’Area Marina Protetta Torre del Cerrano ha quindi sottoscritto un  protocollo d’intesa con L’ARTA per attuare alcuni programmi di monitoraggio da svolgere all’interno della perimetrazione dell’AMP. La presenza di rifiuti marini (Marine Litter) rappresenta una grave minaccia per la protezione degli ecosistemi marini e l’AMP Torre del Cerrano partecipando a questo progetto di monitoraggio intende conoscere per poi affrontare efficacemente questo problema.

Il notiziario ogni mattina in casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario in casella di posta.