Giornata Mondiale dell’Ambiente, Federparchi: “Sviluppare un turismo compatibile con la natura”
G

I più letti

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il...

Covid, Coldiretti: “Solo lo 0,2% dei contagi in campagna, +29% sulle ricerche di abitazioni”

Appena lo 0,2% delle 54.128 dei casi di infortunio da Covid-19 registrate dall’Inail in Italia riguarda l’agricoltura,...

“Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente promossa dall’ONU. Un momento di impegno e riflessione sul bene più prezioso dell’uomo”. Federparchi Europarc Italia, attraverso le parole del suo presidente Giampiero Sammuri, ricorda il ruolo e l’importanza dei Parchi e delle Aree protette per tutelare la biodiversità e la natura, oltre che per proporre un modello di buone pratiche per uno sviluppo sostenibile. E proprio in occasione di questa ricorrenza, Giampiero Sammuri annuncia l’incontro nazionale sul Turismo sostenibile che si terrà mercoledì 6 giugno all’Isola d’Elba.

“Un elemento di grande importanza per le Aree protette – sottolinea Sammuri – è la corretta gestione dei flussi turistici nel segno del rispetto e delle compatibilità ambientali. Di questo discuteremo al meeting nazionale promosso da Federparchi presso il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, all’Isola d’Elba su turismo sostenibile nei Parchi e nelle Aree protette”. Nel corso dell’incontro sarà illustrata anche la CETS, la Carta Europea per lo Sviluppo Sostenibile e sarà inaugurato il Centro di educazione ambientale le “Dune di Lacona”.

LOTTA ALLA PLASTICA
Mentre le aree protette italiane mettono l’accento sulla sostenibilità dei flussi turistici che hanno bisogno di essere gestiti secondo un’impronta sostenibile, le Nazioni Unite ne celebrano uno degli aspetti più importanti: l’inquinamento che deriva da una mancata fruzione sostenibile dei territori che si percorrono. Fermare l’inquinamento da plastica che ogni anno mette a rischio gli oceani e gli habitat marini è il tema della Giornata mondiale dell’Ambiente 2018. Secondo il programma per l’Ambiente dell’Onu (Unep) infatti “ogni anno vengono riversati negli oceani ben 8 milioni di rifiuti plastici” ed è per questo che è stata dichiarata la “Lotta alla plastica monouso”. Secondo l’Onu “mari oceani sono messi a dura prova dalla plastica”; basti pensare che, per esempio, “ogni minuto nel mondo vengono acquistate 1 milione di bottiglie di plastica e solo una piccolissima parte di queste viene riciclata”.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.