Giornata degli Oceani, porte aperte sul Golfo di Napoli all’Anton Dohrn
G

I più letti

Covid, Coldiretti: “Solo lo 0,2% dei contagi in campagna, +29% sulle ricerche di abitazioni”

Appena lo 0,2% delle 54.128 dei casi di infortunio da Covid-19 registrate dall’Inail in Italia riguarda l’agricoltura,...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

In occasione della “Giornata Mondiale Oceani 2018”, la Stazione Zoologica Anton Dohrn, Istituto Nazionale di Biologia Ecologia e Biotecnologie Marine, apre le porte del Centro Di Ricerca Tartarughe Marine-Osservatorio del Golfo di Napoli di Portici per l’evento “La Ricerca e il Mare”, che si terrà venerdì 8 Giugno 2018, dalle ore 10,00 alle 18,00. Un momento di approfondimento e di divulgazione dedicato alla scoperta e alla tutela dell’ambiente marino, dove l’osservazione ecologica del Golfo di Napoli, il mare come risorsa per la cura e il benessere, la biodiversità marina, l’inquinamento da plastiche e microplastiche, il ruolo fondamentale dei microorganismi marini, il restauro ambientale marino e costiero, la protezione e la cura delle tartarughe marine saranno solo alcuni degli argomenti trattati. Per illustrare al meglio la costante attività di ricerca e offrire una maggiore comprensione delle problematiche esposte, saranno proiettati contributi video realizzati dagli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn, a dimostrazione e testimonianza delle molteplici operazioni e missioni compiute dall’Ente. Il fitto programma della giornata prevede una fase di approfondimento con i seguenti focus: Il mare Nostrum ed il Golfo di Napoli, a cura di Vincenzo Saggiomo, Ricercatore Associato SZN; L’inquinamento da microplastiche, a cura di Christophe Brunet, Ricercatore SZN; Il restauro ambientale, a cura di Luigi Musco, Ricercatore SZN.

All’evento saranno presenti anche la Città della Scienza, il W.W.F., con la sua campagna per la difesa e la protezione del mare, la Capitaneria di Porto e le Guardie Ambientali d’Italia. Parteciperanno, infine, nell’ambito di un progetto di “Alternanza Scuola-Lavoro”, gli studenti del Liceo Statale Quinto Orazio Flacco e del Liceo Scientifico Statale Filippo Silvestri di Portici. Si ringrazia ufficialmente il Comune di Portici per il sostegno e l’impegno profusi nelle attività che coinvolgono il Centro di Ricerca delle Tartarughe Marine.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.