La prima volta di un Ministro dell’Ambiente alla Commissione CITES
L

I più letti

Decreti Sementi-OGM, “sventato tentativo di aprire agli OGM”

Comunicato congiunto di Slow Food e di altre 25 associazioni “Esprimendo la nostra preoccupazione per una situazione governativa così difficile...

Approvata la legge sull’agricoltura biologica in Senato: “Un passo verso l’agroecologia”

Legambiente: “Finalmente un passo determinante verso l’agroecologia in vista dell’approvazione definitiva. Si tratta di un importante traguardo raggiunto per...

Il vino durante la pandemia: chiusi bar e ristoranti, vola ecommerce e grande distribuzione

“In futuro una delle sfide più importanti delle cantine sarà quella di modernizzarsi per adattarsi alle richieste di un...
Avatar
Elena Livia Pennacchioni
Vedo il mondo da 1 metro e 60, l'altezza al garrese del mio Attila. Sono l'addetta stampa della biodiversità, romana di nascita e veronese d'adozione, ma con il cuore ha in Umbria. Scrivo di animali, piante e qualche volta di come l'uomo riesce a salvarli!

Per la prima volta dall’istituzione in Italia della commissione scientifica per l’attuazione della CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali selvatiche minacciate di estinzione), un Ministro dell’Ambiente è intervenuto per presiedere i lavori dell’assemblea. Il Ministro ha voluto portare un messaggio di saluto ai commissari che in questi anni “hanno operato con intensità nella Commissione scientifica per l’attuazione della Cites”, invitandoli a “proseguire con dedizione il loro prezioso lavoro a tutela della biodiversità e a intensificare il contrasto al traffico delle specie protette”. I commissari italiani sono volontari, nominati con decreto ministeriale su indicazione di Enti di carattere scientifico e “oltre alla verifica del commercio internazionale di specie protette in Italia, si occupano di animali pericolosi ed altri aspetti di legislazione internazionale”, dichiara Spartaco Gippoliti, presente ieri e membro della commissione scientifica in rappresentanza di ANMS (Associazione Nazionale dei Musei Scientifici). “Il Ministro ha auspicato da parte della commissione l’invio di alcune proposte per rendere ancora più efficace il lavoro e le ricadute della convenzione in Italia e all’estero. Recepiremo le sue indicazioni incrementando le ricerche sugli animali oggetto di commercio, perché le misure di protezione diventino sempre più specifiche ed efficaci”.

Le ultime

La moda mette gli animali in prima pagina: dedicate a loro 7 copertine di Vogue

A un anno di distanza dal numero record del gennaio 2020 (realizzato senza scattare fotografie di moda, allo scopo...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.