Terra dei Fuochi, dissesto idrogeologico, economia circolare: col decreto dignità tutto al Ministero dell’Ambiente

I più letti

Fase 2, 60mila assistenti civici per vigilare

(Adnkronos) "In settimana dalla Protezione civile lanceremo il bando per il reclutamento di 60.000 ‘assistenti civici’. Il bando è...

Fase 2, Sanchez: “Via libera da luglio a turisti stranieri”

(Adnkronos) I turisti stranieri potranno tornare in Spagna per trascorrere le loro vacanze a partire dal prossimo primo luglio,...

Dal 30 maggio ripartono le spiagge: quanto costa e come funziona l’accesso a quella più grande d’Italia

Sarà a Bibione la spiaggia più grande d’Italia, con ombrelloni che offrono...

“Sono molto soddisfatto che sia passato il decreto legge che trasferisce la competenza sulla Terra dei Fuochi al mio Ministero: ora ho la penna, il potere di produrre tutti gli atti consequenziali in materia di messa in sicurezza e bonifica”. Lo annuncia il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa al termine del Consiglio dei Ministri che ieri sera ha approvato il cosiddetto “Decreto Dignità”, contenente la misura di passaggio delle competenze in materia dal Ministero delle Politiche Agricole a quello dell’Ambiente. “Avrò anche la competenza della tutela idrogeologica che nel 2014 andò a Palazzo Chigi e dell’economia circolare, che sarà trattata in maniera organica e sarà necessaria per dare impulso all’imprenditoria. Bisognerà rimuovere gli ostacoli burocratici e agevolare la nascita di un nuovo paradigma economico”.

“E’ una conquista storica la competenza del ministero dell’Ambiente sulla Terra dei Fuochi” ha rilevato il ministro Costa in una diretta su Facebook, spiegando che questo decreto legge era atteso non solo in Campania ma in tutta Italia e che ora “si può iniziare un percorso nuovo”. Nel decreto, aggiunge Costa, “si parla anche di messa in sicurezza e di bonifiche su tutto il territorio nazionale che saranno di competenza dell’Ambiente. Potremo fare un lavoro organico insieme e guardare a tutto il Paese e le sofferenze che ha patito in questi anni”. Un altro momento “storico”, prosegue Costa, è che “per la prima volta si parla di economia circolare” e anche questo “rientra nelle competenze del ministero dell’Ambiente. Riuso, riutilizzo, reimpiego” che caratterizzano l’economia circolare consentono di immaginare “un nuovo sistema di fare impresa ambientale – ha detto Costa – dando agli imprenditori la garanzia di poter procedere bene e al cittadino la garanzia che quello che è un prodotto sano, che gli imballaggi verranno visti con uno sguardo diverso, che il prodotto verrà reimpiegato, che le materie prime-seconde potranno essere una risorsa”. Il ministro aggiunge di aspettarsi “che il decreto venga convertito in legge” e sui dice “persuaso che il Parlamento intero sia disponibile perchè l’Ambiente è di tutti, non ha coloro nè appartenenze nè steccati”. Il passaggio delle competenze al ministero dell’Ambiente “non è un credito a me ma a voi cittadini. Adesso avrete un alleato in più – conclude – e possiamo iniziare un percorso mai iniziato”.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Piantagione per cellulosa, una carcassa di maiale come esca: ucciso da una tagliola giovane maschio di tigre di Sumatra

Dall'inizio dell'anno - spiega Greenpeace - è la seconda tigre ad essere ritrovata morta in una piantagione...

Fondamentali per l’ecosistema, alleati degli agricoltori: “Non c’è da aver paura dei serpenti, non uccideteli”

Il Signore Dio disse alla donna:«Che hai fatto?».Rispose la donna:«Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato».Allora il Signore Dio disse...

Nidi trafugati in Puglia: il ricco traffico di parrocchetti in mano alla criminalità

Alcuni giorni fa, a Molfetta, in provincia di Bari, due persone, già note alle Forze di polizia, sono state denunciate dai Carabinieri poiché sorprese...

Il bonus vacanze non basta: “Ha già rinunciato alle vacanze il 48% degli italiani”

Il commento dell'Unione Nazionale Consumatori sui dati Censis/Confcommercio "Dati allarmanti" afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il rapporto Confcommercio - Censis. "Il fatto che...

Catturato accidentalmente uno squalo in Sicilia: “La pesca eccessiva minaccia la metà delle specie in Mediterraneo”

L'avvistamento o la cattura di squali nelle acque siciliane ha riproposto il tema della conservazione di questi predatori, cruciali per il loro...

La Sicilia sblocca le nomine, quattro parchi naturali hanno di nuovo i propri presidenti

Nominati i presidenti dei parchi Etna, Nebrodi, Madonie e Alcantara La giunta regionale della Sicilia ha sbloccato le...

Elba, Giglio e Giannutri: raggiunte 5mila firme per l’istituzione dell’area marina protetta dell’Arcipelago Toscano, ora si raddoppia

Un’Area Marina Protetta non è solo tanta bellezza ma anche ripresa economica: raggiunte le 5.000 firme per la petizione, si punta a...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.