Ministro Costa: “All’ultimo miglio la legge “Marevivo” per tutelare il mare
M

I più letti

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente

Covid, Coldiretti: “Solo lo 0,2% dei contagi in campagna, +29% sulle ricerche di abitazioni”

Appena lo 0,2% delle 54.128 dei casi di infortunio da Covid-19 registrate dall’Inail in Italia riguarda l’agricoltura,...

Digitalizzazione e sostenibilità: quali vantaggi per l’ambiente dalle nuove tecnologie

La tecnologia si rivela sempre di più un'alleata importante per semplificare e rendere più efficienti le...

“Sto preparando una legge per la tutela del mare che chiamerò Marevivo perché le associazioni che svolgono la difesa dell’ambiente vanno valorizzate. E’ una delle leggi che voglio incardinare al più presto al Parlamento. Sono all’ultimo miglio per depositarla”. Lo ha detto il Ministro dell’ambiente Sergio Costa stamattina al Giffoni film festival.

“Tra i punti principali c’è la tutela del mare dalle plastiche; voglio far sì che i pescatori siano i nostri alleati nella loro raccolta. Già Oggi il 50% di quello che pescano sono plastiche, ma dato che in base alla legge in vigore non possono raccogliere rifiuti, sono obbligati a rigettarle in acqua. E’ una schizofrenia. Cambiando quella virgola della legge consentiamo a quei pescatori, aiutati, di raccogliere il proprio pescato ma anche le plastiche che poi lasceranno nelle isole ecologiche”.

Poi, a Facebook affida un ringraziamento ai ragazzi incontrati in mattinata: “L’ho detto ai ragazzi del Giffoni Film Festival e lo ribadisco: l’Ambiente non ha colori né steccati politici. Bisogna pensare diversamente. Le mie scelte non saranno né di destra né di sinistra ma scelte che servono al benessere di tutti. E’ stato emozionante vedere i ragazzi della Masterclass Green farmi domande su energia, economia circolare e auto elettriche. Non mi sarei mai voluto alzare dalla sedia. Grazie ragazzi, e avanti così”

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.