Grecia, portavoce del Governo: “14 focolai simultanei e vento fortissimo”. L’Italia invia 2 Canadair
G

I più letti

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

L’Ambasciata Greca in Italia sta svolgendo in queste ore un lavoro frenetico d’informazione ed è riuscita a diramare informazioni dettagliate in merito ai 14 focolai che, simultaneamente, stanno devastando l’Attica a sud di Atene. Ecco le parole di Dimitris Tzanakopoulos, ministro di Stato e portavoce del governo ellenico:
“Continua il grande sforzo da parte dell’intero apparato statale per far fronte alle conseguenze degli incendi devastanti di ieri. La situazione è ancora critica perché la rapida evoluzione del fuoco, con 14 focolai simultanei in tre fronti paralleli dell’Attica orientale sottoposti a una velocità del vento che raggiunge anche forza 9 della scala Beaufort, crea condizioni operative estremamente difficili per chi opera in aria e a terra.
Il piano di emergenza a cui stiamo facendo fronte coinvolge il Ministero degli Interni e il Ministero di Polizia e il Ministero dei Trasporti, della Difesa, dell’Ambiente e la Regione dell’Attica.

Il Ministero della Salute ha reso costantemente disponibili 38 ambulanze, 4 unità mobili e 2 unità speciali. Fino ad ora, 156 adulti sono stati ricoverati in ospedale in Attica, di cui 11 sono gravi e 16 bambini le cui vite non sono a rischio. Al momento, il numero ufficiale di morti è di 50 persone, purtroppo destinato a salire. Inoltre, la Guardia Costiera sta pattugliando le spiagge per la ricerca di persone intrappolate e finora ha salvato 715 persone, per lo più nella zona di Mati. Poche ore fa il Primo Ministro ha avuto una conversazione telefonica con il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, il quale ha espresso la solidarietà della Commissione in Grecia e ha sottolineato la sua intenzione di disporre dei mezzi e delle risorse necessarie per affrontare le emergenze da incendi”.

INVIATI DUE CANADAIR ITALIANI
In risposta alla richiesta urgente avanzata dalla Grecia attraverso il Meccanismo europeo di Protezione Civile, questa mattina due canadair italiani sono stati messi a disposizione delle autorità elleniche per contribuire allo spegnimento dei focolai. Al fine di garantire la massima efficacia del supporto italiano, i due velivoli – che hanno ciascuno una capacità di 6.000 litri di acqua e liquido estinguente e sono in grado di rifornirsi in soli 12 secondi – sono decollati con a bordo 4 equipaggi e 3 tecnici, per garantire l’operatività dei velivoli per tutto il tempo necessario e sono al momento impegnati sulle fiamme nell’area di Corinto.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.