Spreco alimentare: 3 kg di cibo al mese vanno in spazzatura, valgono 8,5 mld
S

I più letti

“Aria di San Daniele”, l’aperitivo che supporta i ristoratori italiani

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele lancia un nuovo progetto solidale a sostegno del comparto Horeca. Nasce così Aria...

Kosovo, i militari italiani a difesa dei randagi

I militari italiani del Comando Regionale Ovest della Kosovo Force (Kfor), forza militare internazionale guidata dalla Nato,...

Vongole, OK UE alla riduzione della taglia minima pescabile

Arriva il via libera dell’europarlamento alla riduzione della taglia minima delle vongole pescabili in Italia. "Questo...

Spreco alimentare, l’inversione di tendenza sembra confermata: sei italiani su 10 dichiarano di gettare il cibo ancora commestibile solo una volta al mese, o addirittura più raramente. Il 16% butta alimenti buoni una volta alla settimana e il 15% ogni due settimane. Ma quasi tutti – il 92% – si sentono tristi e in colpa quando si ritrovano a gettare cibo.

Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto 2018 dell’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market, monitorati per la 9° edizione della Campagna Spreco Zero presentata stamane a Roma all’Anci dall’ideatore Andrea Segrè. Insieme a lui, il presidente dell’Anci Antonio Decaro – presidente Anci -, Luca Falasconi, coordinatore del progetto 60 sei zero e Giobbe Covatta, vincitore nel Premio Vivere a Spreco Zero 2018.
“Ma i dati reali sullo spreco – spiega il docente ed economista Andrea Segrè, fondatore della campagna – parlano ancora di 3 kg di cibo pro capite ogni mese gettato nella spazzatura. In termini di costi, questo si traduce in 8,5 miliardi di euro gettati ogni anno, ovvero lo 0,6% del Pil. Lo spreco si batte prevenendolo e solo una capillare campagna di educazione alimentare può favorire la svolta”, conclude Segrè.

La Campagna Spreco Zero si concluderà il 5 febbraio 2019 in occasione della 6° Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare e quest’anno riparte anche il Premio Vivere a Spreco Zero, promosso insieme al Ministero dell’Ambiente attraverso il progetto 60 sei zero e in collaborazione con l’Anci. “Anche quest’anno – spiega Luca Falasconi – i nostri interlocutori saranno i 7982 comuni e le 20 regioni italiane , che invitiamo a volersi candidare segnalando le buone pratiche in termini di prevenzione e recupero degli sprechi alimentari. Ma come sempre ci rivolgiamo anche alle aziende, ai cittadini e alle scuole, per sensibilizzare su un tema chiave del futuro”.

Le ultime

Legge di bilancio 2021: “Puntare sul biologico”

Favorire la sostenibilità ambientale, in linea con gli obiettivi europei del Green Deal e delle strategie...

Pesticidi nelle acque, i Medici per l’Ambiente chiedono i dati il prima possibile

L’Associazione Medici per l’Ambiente-ISDE Italia ha ufficialmente, e da diverso tempo, chiesto all’ Ispra- Istituto superiore per la prevenzione e la ricerca...

Neanderthal, studi in corso sull’Uomo di Altamura

La ricerca scientifica punta nuovamente i riflettori sull’Uomo di Altamura, il più completo scheletro di Neanderthal mai scoperto e uno fra...

“Agriturismi a KO a causa dei comuni blindati”

La decisione di blindare gli italiani nel proprio comune nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno mette ko le strutture...

“Aria di San Daniele”, l’aperitivo che supporta i ristoratori italiani

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele lancia un nuovo progetto solidale a sostegno del comparto Horeca. Nasce così Aria di San Daniele @Home, l’iniziativa...

Bombe nucleari USA: per l’80% degli italiani devono essere ritirate

Il verdetto degli italiani sulle armi atomiche è inequivocabile: ritirare le bombe atomiche americane dal territorio italiano e impiegare i soldi...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.