Mucillagine in acqua, non è inquinamento: “E’ il prodotto naturale delle microalghe”
M

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

Nel mare Adriatico si è ripresentato da qualche settimana il fenomeno delle “mucillagini”, avvistato sin dai primi di luglio nelle acque dell’Emilia Romagna e lungo molte delle coste italiane. Per molti bagnanti è inquinamento, per altri semplice sporcizia: in realtà si tratta molto più naturalmente di catene di polisaccaridi (zuccheri complessi) che si rigonfiano a contatto dell’acqua e che si riuniscono formando aggregati di forma e grandezza diverse. Si tratta di vere e proprie escrezioni da parte di microalghe presenti in ambiente marino, oppure possono formarsi per disgregazione delle stesse alghe. Al momento sono presenti macro aggregati mucillaginosi anche a riva, in alcune località della costa dell’Emilia-Romagna.

“La presenza di mucillagini – rassicura l’Agenzia Regionale di Prevenzione per l’Ambiente e l’Energia dell’Emilia Romagna – non rappresenta un problema per la salute dei bagnanti. La produzione di mucillagine è un fenomeno molto diffuso in ambiente marino, non limitato ai soli mari italiani e al Mediterraneo e non generato dalla presenza o dagli sversamenti di sostanze inquinanti. Infatti la testimonianza più antica risale al 1729, periodo in cui non erano state ancora sintetizzate molecole inquinanti. per quello che riguarda invece i meccanismi che inducono l’escrezione di questo materiale da parte delle microalghe e le sue dinamiche di aggregazione sono tuttora oggetto di ricerca”.

Un fenomeno che – così com’è apparso – scomparirà nello spazio di alcune mareggiate.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.