Mucillagine in acqua, non è inquinamento: “E’ il prodotto naturale delle microalghe”

I più letti

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci...

Bollette, al via riduzione di 600 milioni di euro per piccole imprese

(Adnkronos) Al via la riduzione di 600 milioni di euro per le bollette dell’elettricità delle utenze non domestiche connesse...

Lago di Garda, uova di cigno distrutte a sassate: “Visionare le telecamere di zona”

Enpa denuncia, chiede che vengano visionate le telecamere e scrive al Sindaco Roma – Ha distrutto a sassate le uova...

Nel mare Adriatico si è ripresentato da qualche settimana il fenomeno delle “mucillagini”, avvistato sin dai primi di luglio nelle acque dell’Emilia Romagna e lungo molte delle coste italiane. Per molti bagnanti è inquinamento, per altri semplice sporcizia: in realtà si tratta molto più naturalmente di catene di polisaccaridi (zuccheri complessi) che si rigonfiano a contatto dell’acqua e che si riuniscono formando aggregati di forma e grandezza diverse. Si tratta di vere e proprie escrezioni da parte di microalghe presenti in ambiente marino, oppure possono formarsi per disgregazione delle stesse alghe. Al momento sono presenti macro aggregati mucillaginosi anche a riva, in alcune località della costa dell’Emilia-Romagna.

“La presenza di mucillagini – rassicura l’Agenzia Regionale di Prevenzione per l’Ambiente e l’Energia dell’Emilia Romagna – non rappresenta un problema per la salute dei bagnanti. La produzione di mucillagine è un fenomeno molto diffuso in ambiente marino, non limitato ai soli mari italiani e al Mediterraneo e non generato dalla presenza o dagli sversamenti di sostanze inquinanti. Infatti la testimonianza più antica risale al 1729, periodo in cui non erano state ancora sintetizzate molecole inquinanti. per quello che riguarda invece i meccanismi che inducono l’escrezione di questo materiale da parte delle microalghe e le sue dinamiche di aggregazione sono tuttora oggetto di ricerca”.

Un fenomeno che – così com’è apparso – scomparirà nello spazio di alcune mareggiate.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Ministero dell’Ambiente, arriva la flotta antinquinamento da idrocarburi e plastica galleggiante

Pubblicato il bando sulla Gazzetta europea. Costa: “Ulteriore passo nella battaglia globale” E’ stato pubblicato in Gazzetta europea...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.