Alpi Marittime, “becca lo stambecco”: citizen science per il progetto di conservazione sulle Alpi

I più letti

Costruzioni, Berlusconi: “Serve grande piano casa e infrastrutture”

"Le costruzioni, oltre ad essere un fattore indispensabile per la modernizzazione del Paese, sono uno straordinario volano per l’economia....

L’impatto del Covid sui siti Unesco: prosegue #shareourheritage

Mentre le Dolomiti e i loro abitanti affrontano la graduale uscita dall’emergenza COVID-19, uno sguardo agli altri Patrimoni Mondiali...

Bonus vacanze, ecco come si richiede

(Adnkronos) Bonus vacanze. Chi ne ha diritto? E come si ottiene? Per agevolare le famiglie che hanno visto calare...
Elena Livia Pennacchioni
Vedo il mondo da 1 metro e 60, l'altezza al garrese del mio Attila. Sono l'addetta stampa della biodiversità, romana di nascita e veronese d'adozione, ma con il cuore ha in Umbria. Scrivo di animali, piante e qualche volta di come l'uomo riesce a salvarli!

Sono 60, hanno tutti un nome e una mordenissima vita “social” (solo che non lo sanno): Saltarello, Bicknell, Cinzia, Marron d’Or, Asso e gli altri sono gli stambecchi catturati, misurati e marcati nel Parco Naturale delle Alpi Marittime fra giugno e luglio, con l’unico scopo di individuare le migliori strategie di conservazione della specie. Quanto alla vita social, il progetto transfrontaliero “Lemed Ibex” prevede anche la piattaforma web dove ognuno degli stambecchi, grazie al proprio collare gps, può essere osservato in tempo reale e seguito nei propri spostamenti direttamente sulla cartina geografica. E dai ricercatori, veterinari e guardiaparco arriva subito l’appello: “Becca lo stambecco!”.

“Adesso inizia il monitoraggio degli spostamenti degli stambecchi marcati – si legge in una nota del Parco Naturale delle Alpi Marittime – e l’aiuto di ciascuno è davvero importante: se mentre si è a spasso per le Alpi Marittime (sul versante italiano e francese, dentro e fuori dai confini del Parco – vale tutto!) si incontra uno stambecco dotato di collare o di orecchini colorati, gli si può scattare una foto con la macchina fotografica o il telefono e segnalarlo al Parco, cliccando su questo link”.

Nonostante un trend demografico positivo infatti, numerosi segnali indicano che questa specie è tutt’ora vulnerabile: in questo progetto vengono analizzati i fattori di rischio e ricercate strategie di gestione adatte al contesto locale. Le Alpi, normalmente barriera geografica, rappresentano lo spazio di scambio tra i diversi nuclei di stambecco e tutto l’arco alpino si configura come un potenziale areale. Lo stambecco è famoso per essere un ottimo arrampicatore ed è adattato ad ambienti secchi e poveri: la speranza è che possa continuare ad abitarci senza che vada l’uomo ad impedirglielo.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.