Manovra di bilancio, i medici veterinari chiedono misure di agevolazione fiscale

I più letti

Nidi trafugati in Puglia: il ricco traffico di parrocchetti in mano alla criminalità

Alcuni giorni fa, a Molfetta, in provincia di Bari, due persone, già note alle Forze di polizia, sono state...

Riapertura scuole a settembre: dal distanziamento alla mascherina, ecco le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico

(Adnkronos) Tornare a scuola in presenza, ma anche e soprattutto in piena sicurezza. È questo l’obiettivo del Governo e...

Costruzioni, Berlusconi: “Serve grande piano casa e infrastrutture”

"Le costruzioni, oltre ad essere un fattore indispensabile per la modernizzazione del Paese, sono uno straordinario volano per l’economia....

In arrivo emendamenti “animalisti” e “trasversali” alla manovra di bilancio, per ridurre l’aliquota Iva sulle prestazioni veterinarie e aumentare le detrazioni, ferme ormai da quasi vent’ anni. La proposta viene dai componenti dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali, presieduto dall’on. Michela Vittoria Brambilla, che oggi, a Montecitorio, ha audito Marco Melosi, presidente di Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari italiani) e Carlotta Bernasconi, vicepresidente di Fnovi (Federazione nazionale degli ordini veterinari italiani).

Durante l’incontro, i rappresentanti dei medici veterinari hanno sottolineato la disparità di trattamento tra il regime cui sono assoggettati i liberi professionisti (aliquota al 22 per cento) e l’esenzione completa per le prestazioni erogate dalle Asl, il ruolo di “presidio sanitario” svolto dalla professione, e l’inscindibilità della salute umana da quella degli animali che accompagnano la nostra vita. Ecco perché misure di agevolazione fiscale sulle cure veterinarie hanno un indubbio valore sociale, sia per la lotta contro il fenomeno del randagismo, “che – assicurano gli esperti – in molte zone del Paese è fuori controllo”, sia per il contributo che potrebbero dare alla convivenza con gli animali d’affezione, importante soprattutto per le fasce più deboli della popolazione: anziani e persone di minore età.

Un’impostazione che trova assolutamente concordi deputati e senatori iscritti all’Intergruppo, appartenenti a tutte le forze politiche. “Le risposte – spiega l’on. Brambilla – saranno alcuni emendamenti comuni volti a rimodulare l’aliquota Iva per le cure, sull’esempio di quanto avviene in Spagna dove il governo Sanchez ha proposto di portarla al 10 per cento. Non è accettabile, inoltre, che il tetto massimo alle detrazioni sia pari a 49,58 euro, come vent’anni fa, quando le condizioni economiche e le prestazioni veterinarie erano molto diverse”.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.