Rifiuti, Costa: “Con gli inceneritori fallisce il ciclo”
R

La striscia

In un’ottica economica sempre più tendente al circolare, ll Ministro dell’Ambiente Sergio Costa esprime la propria opinione sul processo ciclico che dovrebbe interessare tutti rifiuti prodotti: “Stiamo lavorando ogni giorno per portare l’Italia, e non solo la Terra dei Fuochi, fuori dall’ormai cronico ritardo nella gestione del ciclo dei rifiuti. Stiamo completamente ribaltando il paradigma economico, come anche prescritto nel contratto di governo. È l’impegno quotidiano del Ministero dell’Ambiente. Riduzione, riuso, recupero, riciclo, sono le quattro R che devono diventare un mantra per tutti. I rifiuti – continua il ministro – possono essere una risorsa: per l’ambiente e per l’economia. Chi non è in sintonia con queste direttrici vive in un’epoca passata.  È per questo che abbiamo creato una competenza apposita sull’economia circolare, è per questo che  stiamo scrivendo le norme per regolamentare l’end of waste. Non possiamo permetterci di bruciare risorse economiche, e anche posti di lavoro, creando danni ambientali e alla salute. Come tantissimi imprenditori del settore hanno sottolineato, questa gestione virtuosa dei rifiuti è il futuro. Quando arriva l’inceneritore, o termovalorizzatore – conclude Costa – il ciclo dei rifiuti è fallito”.

FLASH

Le ultime

Meleti e vigneti, pesticidi anche nei parchi giochi

Le attuali misure di riduzione dei pesticidi non riescono a proteggere i gruppi vulnerabili dall'inquinamento da pesticidi, come dimostra...

Forse ti può interessare anche