Bracconaggio, blitz delle guardie Lipu Caserta: sequestrata una rete illegale di 400 metri
B

I più letti

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il...

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

All’alba del 28 dicembre sono stati sequestrati centinaia di metri di reti illegali dalle Guardie Lipu Caserta. L’operazione condotta dal coordinatore di LIPU Caserta Maurizio Paolella e dai suoi uomini ha portato al sequestro di circa 400 metri di rete del tipo ‘ mist-net’ posizionate dai bracconieri in un’area incontaminata della Riserva Naturale Regionale, da sempre habitat d’elezione per la riproduzione di molte specie di età selvatica. Le pericolose trappole sono state segnalate da un contadino, queste pericolose trappole invisibili che si estendevano nella zona tra Villa Literno e Lago Patria sono state rimosse con l’aiuto degli operatori dell’Ente Parco. Catturati nelle maglie delle reti molti passiformi, tra cui un Migliarino inanellato a Budapest per arrivare in Italia ed incontrare la morte a causa del bracconaggio, ma per fortuna tanti altri Migliarini sono stati liberati.

Decine le specie di volatili liberati destinati altrimenti al mercato illegale, molti però hanno trovato la morte. L’Italia è al secondo posto dopo l’Egitto per il bracconaggio. “Con le poche risorse a disposizione – ha spiegato Giovanni Sabatino, presidente dell’Ente Riserve Regionali Foci del Volturno, Costa Licola, Lago di Falciano – monitoriamo costantemente le aree protette ed anche se il fenomeno è in costante crescita, la nostra attenzione resta alta. Un ringraziamento va alle Guardie Lipu per il loro operato che è sempre avanti per la difesa della natura e del nostro territorio”.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.