Spazio, la sonda cinese atterra con successo sul lato nascosto della Luna
S

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

“La sonda Chang’e-4 è atterrata ‘con successo’ sulla faccia nascosta della Luna alle 3.26 italiane. La Cina ha dunque raggiunto l’ambizioso obiettivo di atterrate sul lato nascosto della Luna, mai prima d’ora una sonda terrestre aveva tentato tanto. Chang’ e 4 ha allunato nel cratere di Von Karman, largo 2500 chilometri e profondo 13, nel bacino del Polo sud Aitken”. A renderlo noto, l’Agenzia Spaziale Italiana.

Lanciata lo scorso 7 dicembre dalla base spaziale di Xinchang nel Sichuan a bordo di un razzo Lunga Marcia 3B la sonda è entrata nell’orbita lunare l’11 dicembre per poi compiere la fase di allunaggio nella notte del 3 gennaio 2019, l’anno che celebrerà i 50 della conquista umana della Luna. Chang’ e-4 è composta da un lander che una volta sul suolo lunare rilascia un piccolo rover carico di esperimenti scientifici che studieranno la superficie e la topografia del suolo lunare, per comprendere meglio il processo di formazione che ha interessato il nostro satellite. A bordo del rover tanta tecnologia europea con esperimenti realizzati da Germania, Svezia e paesi Bassi. Tra questi, c’è una mini biosfera, con all’interno semi di patata e Arabidopis una pianta da fiore e uova del baco da seta, la cui coltivazione verrà testata attraverso un esperimento biologico. Data la loro posizione, il lander e lo rover non riusciranno a comunicare direttamente con la Terra e si affideranno a Queqiao, un satellite per le comunicazioni lanciato lo scorso maggio e posizionato su un’orbita che gli consentirà di fare da ponte radio con la terra. Chang’e- 4 è erede della precedente missione Chang’e-3 parte del programma spaziale cinese di esplorazione robotica della Luna. Chang’e-3, lanciata nel 2013, è stata la prima ad aver effettuato un allunaggio dai tempi di Luna 24, l’ultima delle missioni sovietiche dedicate alla raccolta di campioni lunari.

“Congratulazioni all’Agenzia Spaziale Cinese per lo straordinario successo dell’allunaggio della sonda Chang’e-4 sulla superficie nascosta della Luna – commenta Pero Benvenuti, Commissario Straordinario dell’Agenzia spaziale italiana – Una dimostrazione dell’alto livello tecnologico raggiunto dai nostri colleghi cinesi e un fondamentale passo avanti nell’esplorazione del nostro Sistema Solare. Siamo ansiosi di conoscere i primi risultati scientifici degli interessanti esperimenti previsti dalla missione”.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.