Tre grifoni dallo zoo di Amsterdam, destinazione libertà: Sardegna

I più letti

Sono sbarcati nel primo pomeriggio all’aeroporto di Elmas – in provincia di Cagliari – i tre grifoni nati in cattività nel Royal Zoo Artis di Amsterdam, destinati a tornare in natura per completare il ripopolamento dell’areale bosano grazie al progetto LIFE “Sulle ali del grifone”. I tre rapaci, due maschi e una femmina di circa dieci mesi, sono già stati trasferiti ad Olmedo (Sassari) all’interno di gabbie da viaggio prima di essere trasferiti nella voliera di pre-ambientamento del presidio forestale di Monte Minerva a Villanova Monteleone. Ed è proprio qui che verranno rilasciati, dove si uniranno ai 38 già rilasciati in questi ultimi due anni grazie all’operativitá del personale Forestas supportato dai fondi e dal team creato per questo progetto Life.

Tutta l’operazione rientra nel progetto “Life – Sotto le ali del grifone”, ideato per la conservazione della specie e che coinvolge l’Università di Sassari (capofila del progetto) il Comune di Bosa, il Corpo forestale e l’Agenzia Forestas. I tre grifoni saranno monitorati con un trasmettitore GPS, in modo che lo Zoo Artis sarà in grado di seguirne il comportamento nel nuovo ambiente. La Sardegna è in prima linea nella salvaguardia dei rapaci a livello europeo grazie alle numerose collaborazioni instaurate dall’agenzia Forestas nell’ambito di progetti Life con gli altri centri di ricerca francesi e spagnoli.
Infatti, grazie a questo progetto e per la prima volta sul territorio nazionale, nel 2016 sono stati attivati i carnai aziendali per l’alimentazione dei grifoni e degli uccelli necrofagi. L’isola, grazie all’iter di approvazione iniziato dall’assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente e concluso da quello della Sanità, era stata la prima Regione in Italia ad attivare le deroghe previste dai regolamenti comunitari per lo smaltimento dei SOA (carcasse animali) in Italia.
I tre esemplari hanno già superato tutti i controlli sanitari preventivi, risultando negativi ai test sulle malattie che colpiscono gli uccelli: influenza aviaria, la ‘Newcastle’ o ‘pseudopeste aviare’ e la ‘West Nile Disease’.

 


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.