‘Insetti dal mondo’ di National Geographic: è polemica
&

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

“Fermare immediatamente la diffusione della collezione intitolata ‘Insetti dal Mondo’. E’ quanto la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi, chiede con una lettera al distributore, la Rba Italia, e al National Geographic Italia, editore che ha incomprensibilmente scelto di appoggiare l’iniziativa associandovi il proprio marchio. I fascicoli sono infatti realizzati utilizzando non riproduzione o modellini, come sarebbe stato legittimo e sensato aspettarsi, ma insetti veri. Scorpioni, scarabei, coleotteri, ragni, allevati e uccisi al solo scopo di essere sigillati in una teca di resina.

“Se oggi c’è una diffusa e crescente attenzione al rispetto di ogni forma di vita anche la più piccola, per dimensioni, il merito è anche del National Geographic, che dal 1888 ad oggi ha svolto una grande opera di informazione e sensibilizzazione. Per questo – scrive la presidente di Enpa – non riusciamo proprio a comprendere come il National Geographic Italia abbia potuto legare il proprio marchio a una iniziativa editoriale di questo tipo, così irrispettosa della vita, così distante dall’etica”.

Insomma, secondo Enpa, questa strategia potrebbe rivelarsi un boomerang proprio perché lontana dalla mission educativa di cui il National Geographic Italia intende farsi portatore. «Educare significa sensibilizzare al rispetto di ogni forma di vita – prosegue Rocchi – non certo alimentare un terribile meccanismo in virtù del quale migliaia di insetti e invertebrati vengono fatti nascere, vengono allevati e curati soltanto per veder finire anzitempo la loro vita. Ma io sono convinta che proprio quella sensibilità che il National Geographic ha contribuito a plasmare negli anni passati, spingerà la stragrande maggioranza dei consumatori a tenersi lontano dalla collezione “Insetti dal Mondo”».

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.