Zone umide, in Sicilia si va alla scoperta della ‘casa’ del rospo smeraldino
Z

Le rubriche

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

In occasione della “Giornata Mondiale delle Zone Umide” Legambiente Sicilia, in collaborazione con i Rangers d’Italia, organizza per il terzo anno l’Acchianata naturalistica al Gorgo di Santa Rosalia a Monte Pellegrino, domenica 3 febbraio alle ore 9.30.

L’itinerario costeggia l’area dove si trovano le steli che ricordano la visita dello scrittore tedesco J. W. Goethe che definì Monte Pellegrino “Il più bel promontorio del mondo” per poi percorrere il nuovo sentiero che porta al Gorgo di S. Rosalia, unica zona umida del monte. Questo stagno temporaneo, oltre ad essere il luogo di riproduzione del Rospo smeraldino siciliano (Bufotes siculus), è conosciuto in tutto il mondo grazie al famoso scienziato americano George Evelyn Hutchinson che nel 1958 fece delle scoperte, proprio in questo luogo, che portarono a rivedere la biologia evoluzionistica.

Durante la passeggiata, verranno illustrate le peculiarità naturalistiche, storiche, religiose e ambientali della Riserva e i partecipanti potranno contribuire al monitoraggio delle specie aliene e rare del sito con l’aiuto delle guide. Guidati dai Rangers d’Italia si percorrerà la “Scala Nuova” (erroneamente detta Scala Vecchia). Composto da rampe costruite in parte su archi e volte e in parte incavate nella roccia, il percorso guida gli escursionisti verso una vista panoramica e spettacolare sulla città attraversando la riserva e le sue bellezze naturali.

 

FLASH

Le ultime

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.