Educazione ambientale, stanziati oltre 1 milione di euro: 45 i progetti vincitori
E

I più letti

Alessandra Prampolini è la nuova direttrice generale WWF: un vertice in rosa insieme a Donatella Bianchi

Il WWF Italia ha un nuovo direttore generale. La scelta del Consiglio Nazionale, che ha ringraziato il direttore generale...

Emergenza Covid, il Mibact avvia il tavolo permanente per i professionisti della cultura

“Nasce il tavolo permanente per i lavoratori dei musei, degli archivi e delle biblioteche, un nuovo spazio istituzionale per...

Recovery Fund, Lipu: “Fondi alla biodiversità annunciati ma inesistenti”

La nota della Lipu: “Nonostante l’obbligo sancito dal regolamento europeo sul Recovery and Resilience Fund, la bozza di piano...

Sono 45 i progetti di educazione ambientale nei territori dei 24 parchi nazionali, per un totale di oltre 1 milione di euro (esattamente 1.170.958,45 euro), vincitori del bando del ministero dell’Ambiente pubblicato a dicembre scorso e scaduto a metà gennaio. Le azioni proposte consentiranno la realizzazione, prioritariamente nei territori di pertinenza dei parchi, di progetti di educazione e comunicazione ambientale da parte di associazioni ambientaliste riconosciute (Legambiente, Wwf, Marevivo, Cai, Enpa, Green Cross, Italia Nostra, Lav, Fare ambiente, Amici della Terra, ecc.), in collaborazione con le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del sistema nazionale di istruzione.

Tra le tematiche dei progetti, biodiversità e sviluppo turistico naturalistico, parchi rifiuti free,  rifiuti ed economia circolare, le scuole alpine per l’educazione alla sostenibilità del territorio, cambiamenti climatici e cambiamenti dei comportamenti umani, spiagge da amare, la risorsa acqua. “I progetti di educazione ambientale – afferma il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – vincitori del nostro bando permetteranno di fare educazione ambientale per e con le scuole, in territori che sono l’orgoglio d’Italia dal punto di vista naturalistico. È un segnale incoraggiante per diffondere sempre più una nuova consapevolezza ambientale, a partire dalle nuove generazioni, il nostro futuro e la nostra speranza per un mondo più green”.

Le ultime

Si sta come d’inverno sugli alberi in città i parrocchetti alieni

Spesso ho parlato delle specie non indigene, note anche come aliene, cioè quei taxa animali o vegetali che si...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.