Rifiuti in mare, al via la petizione per permettere ai pescatori di pulire i fondali
R

I più letti

Cinghiali abbattuti a Roma, Franco Perco: “Gli animali selvatici siano il campo di specialisti, non di pie dame”

Roma Nord, parco giochi di un quartiere contiguo al centro. Giovedì scorso una femmina di cinghiale...

“C’è un mostro nella mia cucina”: l’incontro tra un bimbo e un giaguaro con la voce di Giobbe Covatta

“C’è un mostro nella mia cucina”: si chiama così il corto d’animazione diffuso oggi da Greenpeace...

“Permettiamo ai pescatori di pulire il mare”, questa è la proposta avanzata, con una petizione, dalla fondazione cetacea. “Ormai da due anni stiamo lavorando insieme ai pescatori professionali per ripulire i fondali dai rifiuti con le reti a strascico – spiega la fondazione – con attività a Cesenatico, San Benedetto del Tronto, Senigallia e in maniera continuativa a Rimini grazie alla sensibilità e alla collaborazione del motopeschereccio Levriero II. Con il progetto europeo Clean Sea LIFE attività analoghe si sono svolte a Porto Torres e Manfredonia nel corso del 2018.

I fondali marini sono pieni di plastica e rifiuti portati dai corsi d’acqua – continua la fondazione – gettati dalle barche e dalle navi. I pescatori, sopratutto a strascico, pescano ogni giorno tonnellate di rifiuti ma sono costretti a ributtarli in mare per non doverne pagare lo smaltimento. Il Ministro Costa ha promesso a giugno 2018 che avrebbe cambiato le normative per permettere ai pescatori di pulire il mare ma ancora, a 9 mesi di distanza non è successo niente. Chiediamo al ministro Costa di dare seguito alla promessa fatta – conclude la fondazione – e, nel frattempo, di autorizzare i lavoratori del mare a riportare a riva i rifiuti con l’emanazione di ordinanze in tal senso alle Regioni, alle Autorità Portuali ed alle Capitanerie di Porto”.

Qui è possibile firmare la petizione in oggetto.

Le ultime

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo sensore che permetterà di effettuare...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.