Strasburgo, approvata direttiva a favore dei veicoli non inquinanti
S

I più letti

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo...

Approvata oggi a Strasburgo una direttiva per la promozione dei veicoli non inquinanti. Soddisfatti gli europarlamentari del M5S: “Un passo importante per l’ambiente e i cittadini europei. Le strade delle nostre città saranno presto percorse da veicoli non inquinanti, contribuendo in modo significativo al miglioramento della qualità dell’aria delle nostre città. Con la Direttiva per la promozione dei veicoli puliti sarà possibile ridurre le emissioni di gas serra derivanti dai trasporti pubblici stradali”, dichiara Eleonora Evi, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

“Le polemiche sterili – continua Evi – sull’isolamento dell’Italia dal resto d’Europa non ci interessano. Il lavoro del ministro Di Maio per il salvataggio dell’industria italiana autobus ha portato grandi risultati, ma non ci fermiamo. Da Strasburgo, con questa Direttiva, lanciamo un segnale chiaro a quelle imprese che costruiscono i veicoli per i servizi pubblici e a quelle che trasformano i veicoli con motore a combustione in veicoli elettrici. Al rinnovo delle flotte di autobus urbani (e di tutti gli altri servizi pubblici come la raccolta differenziata) i vecchi mezzi saranno sostituiti da quelli a tecnologia ‘pulita’. Questo – conclude Evi – oltre a favorire un miglioramento della qualità dell’aria, porterà a un rilancio delle imprese del settore. Il Movimento 5 Stelle lavora per un’Europa a basse emissioni”.

Le ultime

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo sensore che permetterà di effettuare...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.