Il coccodrillo Lacoste lascia il posto a 10 specie a rischio estinzione
I

I più letti

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato...

Il coccodrillo più famoso del mondo lascia il lato sinistro della famosa polo francese e fà spazio ad altre 10 specie di fauna selvatica, tristemente accomunate dal declino spaventoso che stanno vivendo le proprie popolazioni in natura.
E’ per questo che nel Febbraio 2019 Lacoste ha inaugurato la linea “Save Our Species”, che segna l’inizio della partnership con l’International Union for Conservation of Nature (IUCN), cui sono destinati i ricavi dell’iniziativa.
Ciascuno dei 10 disegni è stato prodotto in numero limitato, corrispondente al numero di animali che sopravvivono – per ciascuna specie – in natura. Ad esempio, le polo con la Tigre di Sumatra sono solo 350, il numero di animali presenti in natura oggi minacciati dal bracconaggio e dalla deforestazione. Il lotto più piccolo, di soli 30 pezzi, è rappresentato dalla focena della California, che a causa della pesca eccessiva è ormai prossima all’estinzione.
Altre specie sono la tartaruga birmana, il maki nordico (una piccola donnola), il rinoceronte di Giava, il gibbone nero crestato orientale, il kakapo, il condor della California, la saola e l’iguana di Anegada. Ogni polo di Save Our Species è stata venduta a 185 dollari e le 1775 unità totali sono già state esaurite, con i profitti delle vendite devoluti alla IUCN, ma sono ancora aperte le donazioni per “Save Our Species” sul sito dell’organizzazione.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.