Rifiuti, 15 arresti a Milano per traffico illecito: “Necessario ridurre produzione a monte”
R

I più letti

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di...

Arrestate 15 persone per traffico illecito di rifiuti a seguito dei roghi registrati a Milano. Il fatto, a detta della presidente di Legambiente Lombardia, Barbara Meggetto, “è la dimostrazione che nella gestione dei rifiuti persiste un sommerso pericoloso e preoccupante. Grazie al lavoro delle forze di polizia- aggiunge Meggetto – continua il processo di smantellamento di queste reti del malaffare, ma l’obiettivo a cui tendere, anche al fine di prevenire il fenomeno, deve essere la decisa riduzione a monte della produzione dei materiali di scarto, in particolare di plastica e imballaggi e l’eccessiva mobilità dei rifiuti tra le regioni”.

La Lombardia continua ad essere una delle regioni in cui si realizzano i più grandi traffici illeciti di rifiuti e la prima del nord Italia per numero di infrazioni nel ciclo illegale dei rifiuti, dove nell’ultimo anno sono stati accertati 400 illeciti e disposti 21 arresti in questo settore. Un settore che anche a  livello nazionale, secondo i dati dell’ultimo Rapporto Ecomafia di Legambiente, registra un aumento delle attività illegali: il 24% dei reati contro l’ambiente accertati in Italia ha riguardato i rifiuti e dal gennaio 2017 al giugno 2018, nell’ambito di 54 inchieste censite dall’associazione ambientalista, sono stati sequestrati più di 4,5 milioni di tonnellate di rifiuti.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.