8 marzo, Costa ricorda le donne per l’ambiente
8

I più letti

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di...

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

In occasione della Festa della Donna, il Ministro Sergio Costa ricorda tutte le donne che hanno combattuto per il rispetto dell’ambiente e non solo. “Oggi è una giornata importante – scrive il ministro in una nota – una giornata in cui ricordiamo tutte le donne che hanno combattuto e combattono per i propri diritti, per un futuro migliore e che spesso, anche, sono vittime. Io come Ministro dell’Ambiente non posso non accendere un faro su quelle donne che nella storia italiana e mondiale hanno affrontato, con la loro tenacia, passione, generosità battaglie ambientali. Penso a Wangari Muta Maathai la donna keniota premio Nobel per la pace, simbolo dello sviluppo sostenibile.

Penso a Luisa Minazzi – aggiunge Costa – donna di grandissima forza, che si è battuta non solo contro la sua malattia ma ha fatto di essa uno stendardo alla lotta all’amianto. Come Romana Blasotti Pavesi, un esempio per tutti noi. E penso a tutte le donne che si battono ogni giorno, nel loro quotidiano, con tenacia, contro le ingiustizie ambientali e per la salute, come le “mamme Pfas”, le mamme del rione Tamburi, della Terra dei Fuochi, le mamme vesuviane… giustamente preoccupate per la propria salute e quella dei loro figli, e quindi per il futuro del Pianeta.

Per questa giornata abbiamo installato, simbolicamente, all’ingresso del ministero dell’Ambiente, una panchina rossa: il simbolo di tutte le donne che hanno perso la vita e hanno lasciato un posto vuoto, incolmabile. Viviamo e combattiamo ogni giorno – conclude il ministro – per costruire un futuro non violento e all’insegna delle pari opportunità e pari diritti”.

Le ultime

Dopo le orche e la foca monaca, avvistate due balenottere dalla darsena di Portoferraio

Isola d'Elba, pomeriggio del 23 ottobre: due balenottere “danzano” lungo la Darsena Medicea di Portoferraio, dando...

Biodiversità d’Italia, il 52% della fauna in cattivo stato di conservazione

Il nostro territorio naturale è frammentato con popolazioni animali isolate, più simile a un puzzle smontato dove l’immagine nel suo insieme...

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Sono oltre tre milioni gli italiani che continuano a lavorare nella filiera alimentare, dalle campagne alle industrie fino ai trasporti, ai...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.