‘Fa’ la cosa giusta!’, la sedicesima edizione chiude con 65mila presenze
&

I più letti

Si sta come d’inverno sugli alberi in città i parrocchetti alieni

Spesso ho parlato delle specie non indigene, note anche come aliene, cioè quei taxa animali o vegetali che si...

Covid, l’emergenza costa alle stalle italiane 1,7 miliardi: Coldiretti scrive a Conte

L’emergenza Covid è costata sino ad oggi alle stalle italiane 1,7 miliardi di euro tra il blocco delle vendite,...

Clima, gli USA mandano John Kerry a colloquio con l’UE

A seguito dell'insediamento del Presidente Biden, l'UE sta già collaborando con la nuova amministrazione statunitense per affrontare la crisi...

Conclusa, con 65mila presenze, la sedicesima edizione di ‘Fa’ la cosa giusta!’ si è chiusa ieri. 700 espositori, 32mila m2 di spazio espositivo, 10 sezioni tematiche, 6 spazi speciali e 450 gli appuntamenti del programma culturale: questi i numeri dell’edizione 2019.

Tra le iniziative più partecipate: quella dedicata al salvataggio del pregiato legno del “Bosco Stradivari”, in Val di Fiemme, distrutto nello scorso autunno dalla “Tempesta Vaia”; il dialogo tra Stefano Caserini, docente al Politecnico di Milano, e il giornalista scientifico Franco Borgogno su cambiamento climatico e inquinamento da plastica; il punto sull’intreccio di soldi, impatto ambientale e criminalità, nello smaltimento della plastica organizzato da Valori.it; i due incontri sulla crisi umanitaria alle frontiere d’Europa, che hanno portato in fiera testimoni come Cristina Cattaneo, Giorgia Linardi, Cecilia Strada, Alessandro Bergonzoni e gli attivisti di Mediterranea. Saving Humans, la nave delle realtà della società civile.

2400 in totale gli insegnanti, dirigenti scolastici, genitori e studenti che hanno partecipato ai 110 incontri e laboratori proposti dalla seconda edizione di Sfide. La scuola di tutti, per un totale di 4150 iscrizioni agli appuntamenti. Il Progetto Scuole ha visto la partecipazione di 66 classi. Gli studenti della provincia di Milano, vista la concomitanza con la chiusura delle scuole in occasione del Carnevale Ambrosiano, sono stati presenti all’interno di gruppi scout, comunità o centri d’aggregazione giovanile, per un totale di oltre 1600 ragazzi. 280 i giornalisti accreditati nei tre giorni. La fiera ha visto la copertura di TG1, TG3 e delle edizioni locali, delle maggiori radio nazionali con decine di interviste agli organizzatori ed espositori della fiera. Ampia la rassegna stampa sui principali quotidiani, settimanali e mensili nazionali e l’attenzione delle agenzie, a cominciare da Ansa. Le istituzioni hanno confermato una rilevante presenza nella sezione Turismo Consapevole e Percorsi, con la partecipazione di Regione Lazio, Regione Lombardia, Regione Marche, Regione Puglia, Regione Sardegna, Regione Sicilia, Regione Umbria e del Comune di Milano.

Le ultime

Misurare la CO2 in classe per prevenire il contagio: al via in 12 scuole pugliesi il progetto pilota di SIMA

Parte dalla Regione Puglia il progetto pilota “Misuriamo la CO2 a scuola” della Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA)....

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.