Clima, Mattarella: “Siamo sull’orlo di una crisi globale”
C

I più letti

Emergenza Covid, il Mibact avvia il tavolo permanente per i professionisti della cultura

“Nasce il tavolo permanente per i lavoratori dei musei, degli archivi e delle biblioteche, un nuovo spazio istituzionale per...

Recovery Fund, Lipu: “Fondi alla biodiversità annunciati ma inesistenti”

La nota della Lipu: “Nonostante l’obbligo sancito dal regolamento europeo sul Recovery and Resilience Fund, la bozza di piano...

Obiettivo Terra 2021, ci sarà tempo fino al 21 marzo per partecipare al contest fotografico dedicato alle Aree Protette

A causa delle limitazioni agli spostamenti dovute al perdurare dell’emergenza sanitaria, il termine ultimo per la partecipazione alla 12a...

“Siamo sull’orlo di una crisi climatica globale, per scongiurare la quale occorrono misure concordate a livello globale”. Sono queste le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione delle commemorazione delle vittime della tempesta Vaia che ha colpito il bellunese lo scorso autunno.

“Grazie presidente”. Così la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi ha commentato le parole del Presidente. “Le parole del presidente Mattarella – ha continuato Bianchi – non possono cadere nel vuoto: ci aspettiamo che da subito il governo assuma immediatamente i provvedimenti necessari a rendere concreto e spedito il processo di decarbonizzazione dell’Italia permettendoci di rendere concreto quanto previsto dall’accordo di Parigi sul clima e che assuma azioni diplomatiche concrete per rilanciare a livello internazionale la mobilitazione globale sulle politiche climatiche. Purtroppo – ha aggiunto – nonostante i cambiamenti climatici siano tra le prime preoccupazioni degli italiani, come rivelano recenti sondaggi, la politica continua ad anteporre le parole alle azioni che, invece, sono urgenti, visto che il tempo a nostra disposizione sta drammaticamente scadendo. Gli ultimi 5 anni sono stati i più caldi mai registrati e gli scienziati continuano lanciare allarmi su una situazione sempre che è sempre più ad alto rischio.

Le parole del Presidente della Repubblica – ha concluso Bianchi – sono un ulteriore e autorevole segnale di come, ormai, affrontare la crisi climatica sia una priorità nazionale. L’altro è la mobilitazione di tante ragazze e tanti ragazzi che il prossimo 15 marzo si mobiliteranno nello ‘Sciopero globale per il futuro’, per prendere in mano il proprio destino e chiedere risposte alle istituzioni riguardo gli obiettivi sul clima stabiliti dall’accordo di Parigi: siamo con loro e con la loro voglia di ‘farsi sentire’ per svegliare i governi che continuano a comportarsi come se i cambiamenti climatici non fossero una emergenza da affrontare oggi. Il WWF, che ha offerto il proprio supporto attraverso la community di WWF YOUng, li sosterrà con entusiasmo perché loro rappresentano l’energia necessaria per costruire una società, un’economia amica del Pianeta”.

Le ultime

Misurare la CO2 in classe per prevenire il contagio: al via in 12 scuole pugliesi il progetto pilota di SIMA

Parte dalla Regione Puglia il progetto pilota “Misuriamo la CO2 a scuola” della Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA)....

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.