Inquinamento atmosferico, Costa: “180 milioni alle Regioni del Bacino padano”
I

I più letti

Parlamento Europeo, c’è l’accordo per la nuova PAC ma alcuni parlano di condanna a morte per le piccole aziende

Ieri sera i ministri dell'agricoltura, riuniti in Lussemburgo per decidere sulla riforma della Politica Agricola Comune, hanno...

L’incurabile pandemia del complottismo

Tendenzialmente sono un tipo tollerante, preferisco il "non rompo le scatole a te, tu non le...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

A Torino il 4 e 5 giugno il “Clean air dialogue” con la Commissione Europea

Si è svolto oggi presso il ministero dell’Ambiente il Tavolo degli assessori all’Ambiente delle Regioni del Bacino Padano sul tema della qualità dell’aria.
Le Regioni del Bacino Padano, nelle quali si riscontrano forti criticità in termini di livelli di inquinamento atmosferico, hanno più volte rappresentato l’imprescindibilità del supporto del livello nazionale per garantire nei tempi più brevi il rispetto delle norme comunitarie sulla qualità dell’aria. Per questo motivo il ministero dell’Ambiente ha sottoscritto nel 2017 un apposito accordo con tali Regioni contenente impegni, anche finanziari, per l’adozione di interventi di riduzione delle emissioni.
“Sono arrivati adesso nelle disponibilità di questo ministero e li metteremo subito a disposizione delle Regioni, secondo il riparto da esse stesse stabilito, 180 milioni di euro per finanziare il trasporto pubblico locale e la telesorveglianza” – dichiara il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. “Sono convinto che il percorso che facciamo insieme, Stato e Regioni, per la qualità dell’aria è un cammino virtuoso. Per questo posso annunciare che verrà firmato un Protocollo interministeriale per la qualità dell’aria che sarà siglato anche dal presidente della Conferenza delle Regioni per dare piena attuazione alle misure previste. E abbiamo scelto di firmarlo durante il ‘Clean air dialogue'”.
Infatti, il 4 e 5 giugno si terrà a Torino il “Clean air dialogue” con la Commissione Europea, iniziativa che si inserisce nel programma per l’aria pulita avviato fin dal 2015 dalla stessa Commissione con lo scopo di promuovere un approccio collaborativo per realizzare azioni per il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione dell’inquinamento atmosferico.
“Sarà l’occasione per mostrare alla Commissione quanto stiamo facendo insieme – Stato e Regioni – e abbiamo ottenuto che questa volta le Regioni siano protagoniste dell’iniziativa e non stakeholder come le associazioni ambientaliste, le associazioni di categoria e gli altri soggetti che vi prenderanno parte”, dichiara Costa. “Attendiamo a Torino anche il presidente del consiglio Giuseppe Conte perché è l’Italia come Paese che crede nel percorso intrapreso per migliorare la qualità dell’aria”.

Le ultime

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo sensore che permetterà di effettuare...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.