Pellegrini con cani guida rifiutati dalle suore di Acquapendente
P

I più letti

Quell’Italia leader del biologico ancora senza legge: “Drammaticamente bloccata al Senato”

I numeri parlano chiaro: in Italia, superfici, operatori e consumi bio crescono in maniera sempre più...

Covid, Coldiretti: “Solo lo 0,2% dei contagi in campagna, +29% sulle ricerche di abitazioni”

Appena lo 0,2% delle 54.128 dei casi di infortunio da Covid-19 registrate dall’Inail in Italia riguarda l’agricoltura,...

Volevano percorrere il cammino della Via Francigena, ma hanno dovuto rinunciare perché una struttura di Acquapendente (Viterbo), la Casa di Lazzaro, ha respinto la loro prenotazione motivando il rifiuto con la presenza di due cani-guida. E’ la spiacevole vicenda capitata in questi giorni a 15 pellegrini non vedenti dell’associazione “Disabilincorsa”, due dei quali, appunto, erano accompagnati dal loro animale. La Casa di Lazzaro è una struttura gestita da religiose – si trova nel vecchio convento di Acquapendente opportunamente restaurato – e dà il nome a una Onlus “aperta ai bisogni del territorio, disponibile ad offrire un ambiente familiare che accoglie, ascolta, condivide, accompagna”. Tutti, tranne i non vedenti insieme con le loro “guide a quattro zampe”. Eppure, sottolinea Enpa, alla responsabile della struttura, Suor Amelia Cerchiari, era stato ricordato che per un preciso obbligo di legge i cani guida devono seguire il loro proprietario in tutti i luoghi aperti al pubblico.

Enpa, che ha raccolto e che si è fatta portavoce dello sconcerto di Disabilincorsa ha attivato il proprio ufficio legale con una diffida inviata alla struttura. Il rifiuto di accogliere i cani guida – si legge nella diffida – non rappresenta l’esercizio di una facoltà, ma configura una grave violazione normativa (leggi: 34/1974, 376/1988, 60/2006), per la quale è prevista una multa da 500 a 2.500 euro.  L’auspicio dell’Ente Nazionale Protezione Animali è che le religiose della “Casa di Lazzaro” tornino sui loro passi e consentano ai pellegrini non vedenti con cani guida di compiere il loro cammino; se così non fosse l’Ente Nazionale Protezione Animali è pronto ad andare fino in fondo con il proprio avvocato, Claudia Ricci.

«Sono sconcertata dalla facilità con cui nel quotidiano vengono disattesi quei bei valori e a quei nobili principi cui l’associazione “Casa di Lazzaro” dichiara di ispirarsi . In questa brutta storia – commenta la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi – le norme di legge c’entrano fino a un certo punto. Da chi proclama di essere chiamato a portare “Cristo là dove c’è peccato e dolore, dove c’è ingiustizia e ignoranza, dove c’è indifferenza a Dio” mi sarei aspettata un’accoglienza senza se e senza ma per i non vedenti e per i loro cani guida. A prescindere da eventuali obblighi di legge. Perché la vera solidarietà è a priori e non fa discriminazioni tra situazioni di disagio».

Le ultime

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma “comprate italiano”

Nuovo Dpcm: filiera alimentare attiva con 3 mln di lavoratori ma comprate italiano Sono oltre tre...

Nuova Pac, il Parlamento Europeo approva ma “questo non è Green Deal”

Nel pomeriggio di ieri il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell'Ue (PAC), in continuità...

Vaia due anni dopo: la Magnifica Comunità di Fiemme riparte dalla verifica della gestione forestale

Era il 29 ottobre 2018 quando la tempesta distrusse in Italia oltre 42 mila ettari di boschi, di questi quasi 20...

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici, e l’aria ghiacciata viene bombardata...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.