Acquapendente: Suor Amelia fa ammenda e accetta i cani guida dei pellegrini
A

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Animali e disabilità. La Casa di Lazzaro apre le porte ai cani guida. Rocchi (Enpa): grati alla responsabile della struttura, una decisione di grande civiltà. Ne beneficeranno tutti

Roma – La Casa di Lazzaro apre le sue porte anche ai cani guida. E’ stata la stessa responsabile della struttura di Acquapendente (Viterbo), punto di riferimento per i pellegrini che compiono il cammino della Via Francigena, a comunicarlo al responsabile dell’associazione Disabilincorsa. Si chiude così, nel modo migliore e nel senso auspicato da Enpa una vicenda che, sulle prime, aveva destato sconcerto. «Sono grata a suor Amelia Cerchiari per una decisione di grande civiltà. Tutti noi – commenta la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi – apprezziamo molto il gesto della responsabile della Casa di Lazzaro che ha fatto un gesto concreto di inclusione, mostrando apertura e disponibilità verso le esigenze del prossimo. Un gesto tanto più significativo quando rivolto a persone con una storia difficile. Grazie suor Amelia  per aver fatto prevalere il bene, sono convinta che tutti ne trarranno beneficio».

Il “caso” era scoppiato nei giorni scorsi quando l’Ente Nazionale Protezione Animali era stato informato che la prenotazione di 8 pellegrini non vedenti dell’associazione Disabilinscorsa era stata rifiutata dalla Casa di Lazzaro perché i cani-guida non erano ammessi nella struttura. Enpa, con il proprio ufficio legale, aveva inviato una nota di protesta alla Casa di Lazzaro, ricordando come la legge prevedesse il libero accesso dei cani-guida a tutti i luoghi aperti al pubblico. Subito dopo è giunta la risposta di Suor Amelia che, con un atto di grande responsabilità, mette fine a questa vicenda.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.