Filiera del latte, inizia il corteggiamento del Ministro Bellanova

I più letti

Intrappolata sul fondo da una rete da posta: libertà in streaming per Alessandra e un’altra Caretta caretta

Una diretta Facebook per assistere al ritorno in mare della tartaruga Alessandra, dalla spiaggia di Policoro; un’altra Caretta caretta...

Accordo Coripet – Anci per “Bottle to bottle”

L’intesa ha la durata di 12 mesi per poi passare a regime, per i Comuni sei euro...

Riapertura: a pesare su negozi, bar e ristoranti 81 mln di presenze perse

A pesare sulla riapertura di negozi, ristoranti e bar è l’assenza del turismo con 81 milioni di presenze italiane...
Elena Livia Pennacchioni
Vedo il mondo da 1 metro e 60, l'altezza al garrese del mio Attila. Sono l'addetta stampa della biodiversità, romana di nascita e veronese d'adozione, ma con il cuore ha in Umbria. Scrivo di animali, piante e qualche volta di come l'uomo riesce a salvarli!

Una filiera di straordinaria importanza del valore di circa 15 miliardi di euro con quasi 3 miliardi di esportazioni, e che rappresenta uno degli assi fondamentali del made in Italy agroalimentare. Ai cui esponenti, pur non essendo fisicamente presente, la Ministra Teresa Bellanova ha voluto inviare il suo saluto oggi a Milano in occasione del Dairy Summit, l’appuntamento dedicato agli stati generali del settore. Un settore al quale la Bellanova – sin dai primi giorni del proprio insediamento – ha voluto inviare chiare rassicurazioni.

“Attendo con interesse”, ha proseguito la Ministra Bellanova, “di ricevere gli impegni della Carta del latte. E anticipo già fin d’ora l’intenzione di convocare a breve la filiera lattiero-casearia al Ministero per un momento di condivisione di obiettivi e azioni operative. Penso alla necessità di rafforzare i rapporti tra allevatori e trasformatori, anche attraverso lo strumento degli accordi e dei contratti di filiera. Al lavoro da fare sulla catena del valore, anche attraverso il contrasto alle pratiche sleali con l’attuazione della direttiva europea che ha visto come protagonista fondamentale Paolo De Castro, con il quale ho avuto modo di confrontarmi su questo tema. All’opportunità annunciata dal Commissario Hogan di un sistema europeo di trasparenza sui prezzi. Al tema rilevantissimo della tracciabilità e dell’etichettatura d’origine che ha visto il settore lattiero italiano avanguardia nella trasparenza. Più informazioni si danno al consumatore, più si rende forte il rapporto con il produttore e su questa strada dobbiamo fare passi in avanti a livello europeo. Usando l’etichetta per avvicinare i consumatori, fornire loro elementi utili e non distorti come nel caso delle etichette a semaforo”.

Insomma, un programma in linea con le modalità di comunicazione che già abbiamo ascoltato dal Presidente del Consiglio in carica: tutto sui massimi sistemi, poco nel merito del problema specifico. Ad esempio: come permettiamo ai pastori di vendere il latte ad un prezzo dignitoso all’industria, senza che questa “faccia cartello” e imponga condizioni sotto la soglia della sostenibilità ma senza alternativa? Oppure, più nello specifico, il neoministro come intende arginare il fenomeno della sovrapproduzione da parte dei caseifici che trasgrediscono i limiti (complici anche le basse sanzioni) e provocano un abbassamento immediato del prezzo del latte?
Lo sapremo solo dopo il primo incontro di filiera. Eppure, se il buongiorno si vede dal mattino, abbiamo seri dubbi che questa diventi una buona giornata: “Abbiamo bisogno – ha rimarcato la Ministra Bellanova – di affrontare i mercati consapevoli dei nostri valori e con gli strumenti giusti per difenderli”. No Ministro, abbiamo bisogno di ascoltare tutti i livelli della filiera ed evitare che le strade diventino di nuovo bianche di latte versato, lo stesso che si sarebbe potuto salvare in tempo. 


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Parco d’Abruzzo, fotografata mamma orsa con 4 cuccioli: non si era mai avvistata prima

Non credevano ai loro occhi i due Guardaparco che hanno scattato queste foto due giorni fa, durante lo svolgimento...

Unione africana, oggi il 57esimo anniversario: “Italia in prima linea contro la desertificazione”

Roma - «Il primo incontro istituzionale che volli al Ministero, appena insediato, fu con Ibrahim Thiaw, il segretario esecutivo dell'Onu per la lotta alla...

Assistenti civici, chi sono e cosa fanno

(Adnkronos) Quello sugli assistenti civici è stato un accordo "chiuso con i sindaci che ringrazio e anche alle regioni che hanno firmato l'intesa. Gli...

Fase 2, riapertura tra regioni a rischio?

(Adnkronos) Dopo la possibilità di spostarsi liberamente entro la propria regione senza autocertificazione, gli italiani aspettano di potersi muovere anche tra una regione e...

Pregliasco: “Rischi effetto spogliatoio in palestre e piscine”

(Adnkronos) "La riapertura di palestre e piscine è uno step ulteriore" della fase 2 dell'emergenza coronavirus in Italia. "Una scelta giusta, perché l'attività fisica...

Il video del bambino e dell’orso bruno: “Ecco come comportarsi quando incontriamo la fauna selvatica”

Sporminore, ai lembi del Parco Naturale dell’Adamello Brenta, sopra i 2mila metri di quota. Loris Calliari gira il video di suo...

Fase 2, 60mila assistenti civici per vigilare

(Adnkronos) "In settimana dalla Protezione civile lanceremo il bando per il reclutamento di 60.000 ‘assistenti civici’. Il bando è rivolto a inoccupati, a chi...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.