Spiaggia di Sorrento, venute alla luce 80 Caretta caretta: “Non succedeva da trent’anni”
S

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Grano canadese avariato in porto: Ravenna nega lo scarico alla nave Sumatra

Per la consolazione degli agricoltori, in questa ultima settimana si sono registrati forti rialzi nel listino prezzi del grano...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...
Avatar
Elena Livia Pennacchioni
Vedo il mondo da 1 metro e 60, l'altezza al garrese del mio Attila. Sono l'addetta stampa della biodiversità, romana di nascita e veronese d'adozione, ma con il cuore ha in Umbria. Scrivo di animali, piante e qualche volta di come l'uomo riesce a salvarli!

Saranno liberate domani, direttamente in mare, le 14 tartarughine ritrovate due giorni fa sulla spiaggia di Meta di Sorrento. “Erano almeno trent’anni – fanno sapere dal parco marino di Punta Campanella – che non si rinveniva una modificazione di una caretta caretta su queste spiagge”.

Le tartarughine venute alla luce a Sorrento
Le tartarughine venute alla luce a Sorrento

Le piccole fanno parte di un contingente più cospicuo di 80 esemplari venuto alla luce inaspettatamente e che in parte ha guadagnato il mare autonomamente subito dopo la schiusa. “Ora sono tutte in perfette condizioni e pronte a cominciare la loro nuova vita in acqua – spiega Punta Campanella in una nota – dopo aver trascorso due giorni sotto il monitoraggio e l’accudienza degli esperti della Stazione Zoologica Anthon Dohrn di Napoli”.
Le tartarughine potranno dunque raggiungere i propri fratelli dalle correnti che corrono al largo di Punta Campanella, tra Capri e la costiera, in modo da avere più chance di sopravvivere senza dover affrontare il loro viaggio partendo dalla spiaggia. “Ora affronteranno la loro nuova vita in mare, e magari torneranno a trovarci tra 20-30 anni, per nidificare sulla stessa spiaggia”, conclude la nota.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.