In fumo 180mila ettari di foreste in Europa e l’Italia è al primo posto per gli incendi
I

Le rubriche

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Il green pass, un’infame pratica ricattatoria

Occorre avere l'onestà ancor prima del coraggio di dirlo apertamente, senza perifrasi e senza timori: il green pass o...

L’Italia è al primo posto in Europa per numero di grandi incendi boschivi registrati nel 2018. È quanto emerge dal rapporto annuale sui roghi boschivi in Europa, Medio oriente e Nord Africa pubblicato giovedì scorso dalla Commissione Ue. Secondo il documento, lo scorso anno gli incendi hanno distrutto quasi 178mila ettari di foreste e terreni nell’Unione Europa, meno di un sesto di quanto fatto nel 2017. Tuttavia, lo scorso anno il numero di Paesi colpiti dagli incendi è stato il più alto di sempre e la temperatura registrata in Europa centrale e settentrionale “ha continuato” a essere sopra la media stagionale. Primo Paese per numero d’incendi è l’Italia, con 147 grandi roghi (di ampiezza minima di 30 ettari) che hanno distrutto 14.649 ettari. Seguono Spagna (104 incendi per 12.793 ettari), Portogallo (86 roghi per 37.357 ettari, la superficie più ampia in Europa), Regno unito (79 roghi, 18.032 ettari) e Svezia (74 per 21.605 ettari). Quest’ultima, nel 2018, ha vissuto la peggiore stagione da quando sono disponibili i dati sui roghi. Nel rapporto si legge inoltre che nel 2019 la stagione degli incendi è cominciata prima rispetto alla media e già in marzo il numero degli incendi era più alto della media annuale dell’ultimo decennio. Per rispondere alle emergenze causate dai roghi, nel 2018 il Meccanismo di protezione civile Ue è stato attivato cinque volte in Svezia, Grecia, Lettonia e Portogallo.

FLASH

Le ultime

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.