Il Senato approva il dl Clima, ora il passaggio alla Camera

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

I più letti

L’aula del Senato ha approvato il decreto clima con 136 voti favorevoli, 93 contrari e due astensioni. È il primo via libera al provvedimento, che ora passerà alla Camera.
“È grande la soddisfazione per l’approvazione al Senato del dl clima. È il primo pilastro del Green new deal”, commenta il ministro dell’Ambiente Sergio Costa sottolineando che “il dibattito parlamentare lo ha arricchito e migliorato. E ora velocemente alla Camera per approvare la prima legge del governo sul clima. Ringrazio tutte le forze della maggioranza per aver lavorato costruttivamente e insieme al testo e averlo significativamente implementato”.
Tra le novità del dl Clima, la norma che trasforma il Cipe nel Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile. “Avremo un anno di tempo per attuare questo impegno – spiega Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – e lo faremo con la consapevolezza di dover guidare la transizione verso un modello di sviluppo compatibile con l’ambiente. Con il Cipess il tema della sostenibilità sarà messo al centro della nostra economia”. “Oggi – aggiunge – investire nello sviluppo sostenibile non garantisce solo la tutela ambientale ma rappresenta anche un’occasione di crescita per il tessuto produttivo, l’occupazione e la competitività del sistema-Paese. L’obiettivo del Cipess sarà quello di coordinare le attività economiche del Governo e delle amministrazioni verso l’economia green: il Comitato avrà pertanto nuove competenze che rafforzeranno la sua funzione di raccordo e sintesi, ridefinendo le priorità del Paese nell’ottica della sostenibilità. È un percorso che richiede condivisione e lungimiranza, per questo apprezzo particolarmente il sostegno del Parlamento alla norma. Con il Cipess – conclude Fraccaro – lo sviluppo sostenibile diventa l’obiettivo strategico della politica economica dell’Italia”.


Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Le ultime

Birra artigianale e liquore aromatizzati ai fiori di canapa: lo studio dell’Università di Pisa

Sono il risultato di una ricerca dell’Università di Pisa realizzata con tre realtà del territorio; lo studio...

Morìa di pesci nel Tevere tra Castel Sant’Angelo e Ponte Milvio, chiesto l’intervento per salute pubblica

L'Oipa ha chiesto l'immediato intervento dela istituzioni per accertare le cause e mettere in sicurezza acque e sponde Strage di pesci a Roma. Centinaia di...

Acque in calo per il Lago di Pilato, a rischio il suo piccolo crostaceo endemico: “Non avvicinatevi alle sponde”

Un’analisi dell’ISPRA mette in evidenza gli effetti negativi del sisma sulla permeabilità dello specchio d’acqua simbolo dei Sibillini. Il Parco: attenzione alle uova del...

Riapre il Museo delle Scienze di Trento e punta su giardino, orti e terrazzi outdoor

Il Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano e le sue sedi territoriali sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori in occasione...

Specie aliene, sta sparendo la biodiversità delle acque interne: al via il progetto per salvare la trota mediterranea

Pesca illegale, inquinamento, cambiamenti climatici, alterazioni dell’habitat, introduzione di specie aliene, è la dura vita dei pesci delle acque interne italiane. Arriva...

Strategia Nazionale Forestale, arrivate al Mipaaf 286 proposte di emendamenti

E’ terminata ieri la consultazione pubblica indetta dal Mipaaf per raccogliere proposte di miglioramento della bozza di Strategia nazionale forestale, documento...

Forse ti può interessare anche

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24. A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario.

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.