Difendere la montagna? Studiandone i popoli antichi
D

I più letti

Aree marine protette, Legambiente: “Forza Italia ha le amnesie”

Legambiente Arcipelago Toscano  risponde con forza alle dichiarazioni del Responsabile Dipartimento Politiche Insulari Forza Italia Toscana,...

Bombe nucleari USA: per l’80% degli italiani devono essere ritirate

Il verdetto degli italiani sulle armi atomiche è inequivocabile: ritirare le bombe atomiche americane dal territorio...

“Aria di San Daniele”, l’aperitivo che supporta i ristoratori italiani

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele lancia un nuovo progetto solidale a sostegno del comparto Horeca. Nasce così Aria...

Se c’è un presupposto dal quale non si può prescindere per salvaguardare dallo spopolamento o dallo sfruttamento i territori montani d’Italia, è conoscere quali popolazioni li hanno abitati nelle epoche che precedono la nostra. Ne è convinto il Club Alpino Italiano, che ha firmato un accordo di collaborazione scientifica con l’Istituto Italiano di Presitoria e Protostoria con lo scopo di integrare e coordinare le attività di ricerca dei due enti.
In particolare la sinergia riguarda la progettazione, l’attuazione e la promozione di studi e sperimentazioni, caratterizzati da innovazione metodologica e operativa, che abbiano al centro la conoscenza delle più antiche testimonianze della frequentazione umana nelle terre alte italiane.
Tesori molto conosciuti in alcune zone della Penisola, meno in altre: è il caso ad esempio di una scoperta del Club Alpino Italiano che nel cuore della Val Tassaro, sul Monte Lulseto in provincia di Reggio Emilia, ha rinvenuto un’antichissimo luogo di culto. Lì una grande roccia nascosta tra la vegetazione nascondeva profonde solcature che di dimostrarono causate non dagli agenti ambientali ma da quelli umani, intervenuti migliaia di anni prima di Cristo. Un esempio unico in Appennino che, grazie a questa sinergia, potrebbe godere di un’attenzione di ricerca e di una capacità di divulgazione degni di un ritrovamento straordinario.

Le ultime

Pesticidi nelle acque, i Medici per l’Ambiente chiedono i dati il prima possibile

L’Associazione Medici per l’Ambiente-ISDE Italia ha ufficialmente, e da diverso tempo, chiesto all’ Ispra- Istituto superiore per...

Neanderthal, studi in corso sull’Uomo di Altamura

La ricerca scientifica punta nuovamente i riflettori sull’Uomo di Altamura, il più completo scheletro di Neanderthal mai scoperto e uno fra...

“Agriturismi a KO a causa dei comuni blindati”

La decisione di blindare gli italiani nel proprio comune nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno mette ko le strutture...

“Aria di San Daniele”, l’aperitivo che supporta i ristoratori italiani

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele lancia un nuovo progetto solidale a sostegno del comparto Horeca. Nasce così Aria di San Daniele @Home, l’iniziativa...

Bombe nucleari USA: per l’80% degli italiani devono essere ritirate

Il verdetto degli italiani sulle armi atomiche è inequivocabile: ritirare le bombe atomiche americane dal territorio italiano e impiegare i soldi...

Vongole, OK UE alla riduzione della taglia minima pescabile

Arriva il via libera dell’europarlamento alla riduzione della taglia minima delle vongole pescabili in Italia. "Questo provvedimento salva la flotta nazionale...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.