Green New Deal, all’Italia 400 milioni su 7,5 miliardi per la neutralità climatica
G

La striscia disallineata

Pubble, al via la nuova video-rubrica: “Il volto del mondo è il risultato dei complotti della storia”

Pubble l'imbannabile, seguitissima vignettista di satira che si occupa di politica e società utilizzando i social network per comunicare...

Benessere degli animali. Questa “certificazione volontaria”inganna il consumatore e danneggia l’allevatore onesto

Due Ministri, Speranza e Patuanelli: una promessa tradita. Il Coordinamento unitario delle Associazioni animaliste, compresa Legambiente, Confconsumatori e Ciwf...

“Il piano da mille miliardi di euro della Commissione europea è un’opportunità unica per mettere a frutto le strategie nazionali contro i cambiamenti climatici e attuare la transizione economica senza che nessuno resti indietro”, interviene il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa all’indomani dell’approvazione da parte della Commissione Europea del progetto di Fondo per una transizione equa che dovrebbe contribuire a facilitare il percorso verso la neutralità climatica entro il 2050. “Neutralità climatica, transizione equa e la revisione delle regole di bilancio per sostenere gli investimenti verdi sono i tre capisaldi con i quali l’Europa attuerà la strategia del Green New Deal quale risposta forte contro i cambiamenti climatici e alle forti richieste che ci arrivano da tutto il continente, soprattutto dai più giovani. L’Italia non si farà cogliere impreparata e saprà rendere questa opportunità l’innesco di una svolta verde su cui come governo già stiamo lavorando ma che ora sarà ancora più pressante ed evidente. Questa svolta dovrà essere recepita da tutta la filiera amministrativa e saremo al fianco di regioni e comuni per la progettazione degli interventi: la sfida contro i cambiamenti climatici e per uno sviluppo green e sostenibile ci riguarda da vicino e l’Italia saprà farsi sistema per poterne sfruttare al massimo le potenzialità”.
Il pacchetto da 100 miliardi di euro totali dunque, è uno dei tasselli di una rivoluzione che si vuole economica oltre che ambientale. E a beneficiare del pacchetto saranno in modo particolare i paesi dell’Est Europa, tanto che sono prevedibili i dubbi e gli interrogativi nei paesi più ricchi. All’Italia, in particolare, da indiscrezioni dovrebbero andare circa 400 milioni su un totale di 7,5 miliardi di euro di risorse nuove.

FLASH

Le ultime

La conservazione della natura è donna: eletta la nuova presidentessa IUCN

I  componenti dell'Assemblea dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN),  hanno eletto Razan Khalifa Al Mubarak nuova presidentessa...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.