Stretta Ue sul traffico illegale di animali domestici, Enpa: “Bene ma disincentivare gli acquisti”
S

I più letti

Come sarà l’economia circolare del futuro?

San Francesco d'Assisi è stato una delle persone più importanti del mondo religioso. Egli simboleggia un...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo...

L’incurabile pandemia del complottismo

Tendenzialmente sono un tipo tollerante, preferisco il "non rompo le scatole a te, tu non le...

Enpa: “Bene ma è importante disincentivare la compravendita di animali”

Oggi la Commissione ambiente e sanità pubblica dell’Europarlamento ha adottato a larga maggioranza una risoluzione contro il commercio illegale di animali domestici. Commenta Carla Rocchi, Presidente Nazionale Enpa: “Bene combattere con tutti i mezzi a disposizione il traffico illecito degli animali domestici ma serve più impegno per contrastare la compravendita degli animali e promuovere a 360 gradi la cultura delle adozioni”.

L’Ente Nazionale Protezione Animali apprezza dunque  il lavoro dell’Europarlamento che questa mattina ha approvato una risoluzione per combattere il traffico illegale degli animali da compagnia. In particolare la Commissione Ambiente Ue ha indicato una serie di misure da adottare: un piano d’azione europeo che stabilisca chiaramente le responsabilità per affrontare il commercio illegale di animali da compagnia, un sistema obbligatorio in tutta l’Unione per identificare e registrare cani e gatti, il miglioramento dell’applicazione della legge e sanzioni più severe per le persone coinvolte nel traffico (veterinari, servizi pubblici nazionali, operatori economici), migliore cooperazione, comunicazione e formazione per le autorità doganali e veterinarie.
“Si tratta – dichiara Carla Rocchi, Presidente Nazionale Enpa – di passi importanti e necessari per combattere uniti il traffico illegale di animali, una piaga nel nostro Paese e che coinvolge tutta l’Europa. Ora, però, è fondamentale fare uno scatto in avanti verso il vero traguardo, che tuteli a 360 gradi gli interessi dei cuccioli e di tutti gli animali domestici: intensificare i controlli e promuovere le adozioni”. La risoluzione approvata oggi sarà molto probabilmente portata a febbraio all’esame dell’Europarlamento in seduta plenaria.

Le ultime

Buco dell’ozono: a ogni anno il proprio record

Come tutti gli anni, finito l’inverno australe il sole torna a splendere anche sui ghiacci antartici,...

Clima, primo accordo tra i Ministri Ue: zero emissioni entro il 2050

Il Consiglio dei ministri dell'ambiente dell'Ue ha raggiunto venerdì un accordo parziale sulla legge per il clima, con cui l'Ue fissa...

Munizioni al piombo nelle zone umide, LIPU chiede agli europarlamentari di chiudere la partita

Lettera dell’associazione agli europarlamentari: il piombo mette a rischio milioni di uccelli selvatici e l’ambiente “Sostenere la storica...

Arriva “asdeco”, il nuovo Covid-test di Enea: risultato entro quindici minuti

L’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile sta sviluppando un innovativo sensore che permetterà di effettuare...

Cannabidiolo sostanza stupefacente? Le imprese della canapa impugnano il decreto

“Il Decreto del Ministro della Salute del 1 ottobre 2020, che ha stabilito che le “composizioni per somministrazione ad uso orale di cannabidiolo...

“C’è un mostro nella mia cucina”: l’incontro tra un bimbo e un giaguaro con la voce di Giobbe Covatta

“C’è un mostro nella mia cucina”: si chiama così il corto d’animazione diffuso oggi da Greenpeace e doppiato dall’attore Giobbe Covatta....

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.