Aree Marine Protette, dal Ministero anticipo di 1,8 milioni
A

La striscia

Green pass, tutti in casa! Draghi nemico dei suoi datori di lavoro

Dal nostro direttore Arrigo D'Armiento Roma, 23 luglio 2021 - Insomma, Draghi ci vuol chiudere in casa senza nominare il...

Consumo di suolo e fotovoltaico, i conti non tornano

Per l’eccessivo consumo del suolo nel 2030 l’Italia dovrà affrontare un costo di 100 miliardi, quasi la metà del...

Assalto alla biodiversità ed al verde del Centro Italia

Intere zone paesaggistiche, agricole e forestali minacciate da richieste ed investimenti anche spregiudicati. Aggravante pericolo terremoto. Roma - Civita di...

I più letti

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Sardegna, incendiati oltre 20mila ettari: “Quota del Pnrr sia destinata alla riforestazione”

Ancora incendi in Sardegna. L'Oristanese brucia da due giorni, la macchina dell'antincendio è impegnata con tutti gli uomini e...

Luna-parchi, tragedia ecologica

Ospitiamo il commento di Guido Ceccolini, direttore del CERM Centro Rapaci Minacciati di Grosseto, in merito all'imminente inaugurazione del...

Operazione per garantire fondi necessari, visto il prolungamento dell’emergenza sanitaria legata al Covid19

La Direzione Generale per il Mare e le Coste del Ministero dell’Ambiente ha emesso un decreto rivolto agli Enti gestori delle 26 Aree marine protette per anticipare, considerando l’attuale momento di emergenza legata al Covid 19, una prima tranche del riparto annuale delle risorse ordinarie. Le risorse assegnate ad ogni Area marina protetta sono state calcolate nella misura del 50% della quota assegnata nel 2019, per un totale di oltre 1,8 milioni di euro. Un’operazione volta a garantire, in anticipo di alcuni mesi, i flussi finanziari necessari per il corretto funzionamento delle Aree marine protette, dato il prolungarsi dell’emergenza sanitaria in corso e tenuto conto delle esigenze rappresentate al Ministero dell’Ambiente da Federparchi a fine marzo.

Per accelerare la liquidazione delle risorse agli Enti gestori, è stato quindi predisposto il provvedimento per il trasferimento della prima tranche della quota di riparto 2020. In tal modo, gli Enti gestori potranno garantire il funzionamento dell’Area marina protetta, facendo fronte nell’immediato alle eventuali minori entrate proprie derivanti dall’attuale situazione emergenziale.

FLASH

Le ultime

“Servono ai depuratori e ai serbatoi delle navi”: continua lo spiaggiamento inspiegato di migliaia di dischetti di plastica

All’Isola d’Elba, soprattutto quando soffiano venti dal quadrante nord, continuano a spiaggiarsi a centinaia i dischetti di plastica segnalati...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.