Save the Farm: arriva il frutteto aziendale che recapita la frutta direttamente in ufficio
S

I più letti

Dal 2 ottobre torna il Mantova Food&Science Festival, ecco tutti gli eventi

Incontri, dialoghi, laboratori, mostre, visite guidate in luoghi insoliti e molto altro ancora per raccontare le...

Pipistrelli a rischio estinzione? In Emilia Occidentale batbox sui piloni stradali

Gli automobilisti che percorrono i 9 ponti stradali sui corsi d’acqua dello Stirone, del Taro e...

Plastic Free, obiettivo 100mila chili di plastica: il 27 volontari in tutt’Italia

Rimuovere dall’ambiente, in un solo giorno, 100 mila chilogrammi di rifiuti di plastica: è questo obiettivo...

Il più grande campo coltivato digitale d’Italia apre il suo servizio alle aziende

Nasce Save the Farm, l’iniziativa che consente di adottare alberi da frutto, seguirne la crescita e destinare la frutta ai dipendenti e ai clienti; l’invio dei prodotti avviene in 24/48 ore dalla raccolta, direttamente in ufficio o a casa se è in corso lo smart working e il servizio di consegna settimanale – iniziativa avviata da Lifegate e Biofarm – è attivo attualmente su Milano e Roma, la spedizione invece di singole cassette di frutta una tantum è garantito su tutta la penisola, e la frutta degli alberi adottati, bio, freschissima e di stagione, proviene da coltivazioni biologiche di piccoli agricoltori locali. 
Ogni azienda che sceglierà di adottare i propri alberi da frutto avrà dunque un frutteto aziendale digitale. Si tratta di una pagina web personalizzata, all’interno del sito di Biorfarm, attraverso la quale l’azienda può accedere alla mappa del proprio frutteto e vedere quali sono gli alberi adottati, dove sono coltivati, in che modo, da quali agricoltori e quanta CO₂ assorbono. Grazie a un “diario di campo” aggiornato dagli stessi agricoltori, si potranno avere immagini e aggiornamenti sulla coltivazione e sulla raccolta della frutta.
Grazie al sistema delle adozioni, gli agricoltori ottengono un giusto compenso in tempi brevi per il proprio prezioso lavoro: un sostegno a proseguire la propria attività e a contrastare lo spopolamento delle campagne. Incentivare le produzioni biologiche e diversificate significa promuovere un’alimentazione sana, priva di inquinanti e di sostanze chimiche di sintesi, contribuendo alla resilienza del territorio. Il metodo di coltivazione bio, infatti, non impoverisce il terreno, ma lo nutre e lo protegge e, in molti casi, contiene il rischio idrogeologico. Si innesca così un circolo virtuoso che porta benefici alle persone e alla natura. Inoltre, tutte le aziende che aderiranno al progetto avranno la possibilità di utilizzare i canali LifeGate per raccontare la propria esperienza e valorizzare la propria attenzione all’ambiente e alle comunità.

“Save the Farm si rivolge alle imprese che vogliono impegnarsi attivamente nel settore della sostenibilità, valorizzando il proprio territorio e le comunità che lo abitano, per sostenere le piccole produzioni biologiche Made in Italy” è il commento di Enea Roveda, CEO di LifeGate.
“Crediamo moltissimo in questa partnership con LifeGate – afferma Osvaldo De Falco, CEO di Biorfarm – Si tratta di un’iniziativa dedicata alle imprese, che possono creare con noi un frutteto aziendale e organizzare varie attività, la frutta può essere un benefit per i dipendenti, gli alberi un premio per i consumatori o i clienti. È un progetto a cui teniamo molto e speriamo diventi presto uno strumento utilizzato dalle imprese per supportare gli agricoltori locali”.

Le ultime

Dal Mipaaf 5 milioni per le mense scolastiche che hanno scelto menu biologici

Dalla Conferenza Unificata giunge il sostegno alle scuole italiane che hanno scelto menù biologici per le proprie...

Plastic Free, obiettivo 100mila chili di plastica: il 27 volontari in tutt’Italia

Rimuovere dall’ambiente, in un solo giorno, 100 mila chilogrammi di rifiuti di plastica: è questo obiettivo della onlus Plastic Free che,...

Dal 2 ottobre torna il Mantova Food&Science Festival, ecco tutti gli eventi

Incontri, dialoghi, laboratori, mostre, visite guidate in luoghi insoliti e molto altro ancora per raccontare le Metamorfosi del nostro tempo, dalla...

Riciclo carta e cartone, Costa firma il regolamento su end of waste

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato il regolamento recante la disciplina per l’end of waste (cessazione della qualifica di rifiuto) di...

Greenpeace: “Dall’allevamento intensivo il 17% delle emissioni europee”

Le emissioni di gas serra degli allevamenti intensivi rappresentano il 17 per cento delle emissioni totali dell'Ue, più di quelle di...

“Puliamo il Mondo”, al via il 28esimo anno: sos dai parchi urbani invasi dai mozziconi di sigaretta

Nei parchi urbani è Sos rifiuti: ecco i dati dell’indagine Park litter 2020: 27.854 i rifiuti raccolti e catalogati nei 73 parchi monitorati dai...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.