Bonus mobilità: sì alle spese per acquisto bici e arriva il mobility manager nei grandi comuni
B

I più letti

Clima, gli USA mandano John Kerry a colloquio con l’UE

A seguito dell'insediamento del Presidente Biden, l'UE sta già collaborando con la nuova amministrazione statunitense per affrontare la crisi...

Molfetta, recuperate e poi rilasciate mille tartarughe in due anni

Negli ultimi 26 mesi il Centro Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta ha raggiunto un importante obiettivo: sono state...

Cinghiali, ora possiamo sapere quanti sono grazie ai visori termici: lo studio dell Cnr

I ricercatori dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr e dell’Istituto per la ricerca e la protezione ambientale hanno rivisto...

Dalla riunione tra il Ministero dele Infrastrutture e l’Anci, è uscito il testo del decreto Rilancio per  rendere la mobilità sostenibile un obiettivo condiviso e applicato da tutte le amministrazioni

“Bene il bonus di 500 euro per l’acquisto di mezzi come biciclette normali o a pedalata assistita e altri mezzi genericamente accomunati sotto la definizione di micromobilità” commenta Roberto Traversi, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti. Il bonus è destinato ai residenti delle città metropolitane o città con più di 50.000 abitanti, e copre la spesa fino al 60% dell’acquisto, con il limite massimo di 500 euro.
“Il bonus mobilità – spiega Traversi – sarà un acceleratore importante di un processo già in atto e che sta rivoluzionando il nostro modo di vivere le città, i trasporti, l’ambiente per uno sviluppo meno impattante. Il periodo dal quale faticosamente stiamo uscendo ha posto comunque l’accento sulla necessità di  ripensare il trasporto locale e le modalità di fruizione. Incentivare l’acquisto delle biciclette comporterà un sempre maggiore utilizzo del mezzo in alternativa ad altri, come ad esempio auto e bus, consentendo forme di distanziamento sociale utili alla prevenzione o al contenimento di forme virali come questa del Coronavirus,  con la relativa diminuzione anche dell’inquinamento atmosferico”.
“Il provvedimento va inquadrato – aggiunge Traversi – in un’ottica più ampia di ridefinizione delle politiche ambientali e di sostenibilità. Non è un caso che, nello stesso articolo, si sia voluta valorizzare la figura del ‘mobility manager’ da prevedere nelle città metropolitane, in un capoluogo di Provincia ovvero nei Comuni con oltre 50.000 abitanti, per un supporto professionale continuativo alle attività di decisione, pianificazione, programmazione, gestione e promozione di soluzioni ottimali di piani e interventi di mobilità sostenibile”.
“Vista la centralità del tema della mobilità sostenibile e la spinta che verrà dagli incentivi del Governo inseriti nel Dl Rilancio, l’incontro di oggi con l’Anci – anticipa Traversi – è stato un importante momento di condivisione di intenti e obiettivi, utile anche a velocizzare la messa a sistema di quanto approvato, evitando gap o ritardi tra le diverse realtà italiane”.

Le ultime

Si sta come d’inverno sugli alberi in città i parrocchetti alieni

Spesso ho parlato delle specie non indigene, note anche come aliene, cioè quei taxa animali o vegetali che si...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.