Coronavirus, annullato il Palio di Siena: non succedeva dal dopoguerra
C

I più letti

L’Australia a un anno dagli incendi: 49 specie hanno perso l’80% del proprio habitat

A circa un anno dalla stagione di incendi senza precedenti che da giugno 2019 a febbraio 2020 ha colpito...

Ricerca UniPg: dalla carne di coniglio una soluzione innovativa per i sistemi agroalimentari del Mediterraneo

Si chiama Omega Rabbit, è basato sulla carne di coniglio, e potrebbe diventare un alimento capace di rappresentare una soluzione...

Australia Orientale, più di 60.000 koala colpiti dagli incendi: 35.000 i sopravvissuti

Circa 60.000 koala (Phascolarctos cinereus) sono stati colpiti dalle fiamme che hanno devastato l’Australia da giugno 2019 a febbraio 2020. Un...

I due Palii di Siena del 2020, inizialmente rinviati al 22 agosto e al 26 settembre a causa dell’emergenza sanitaria, sono stati annullati. E’ la prima volta che accade dopo la Seconda Guerra Mondiale: la decisione è stata presa dal sindaco Luigi De Mossi con il magistrato delle contrade, i Priori, il decano e il vice decano dei capitani. L’attività nelle contrade, è stato spiegato, riprenderà dopo la definizione di un protocollo tra comune e prefettura.

“Il Palio di Siena è una competizione troppo spesso fatale per gli animali – spiega Massimo Comparotto, presidente dell’Orgazzazione Internazionale Protezione Animali – e per questo motivo, da sempre, ne auspichiamo l’abolizione. La tradizione non vale la vita di un essere vivente come fu Raol, il cavallo abbattuto nel 2018 dopo essersi rotto una zampa”.

Le ultime

Si sta come d’inverno sugli alberi in città i parrocchetti alieni

Spesso ho parlato delle specie non indigene, note anche come aliene, cioè quei taxa animali o vegetali che si...

Forse ti può interessare anche

Ricevi il notiziario ogni mattina nella tua casella di posta. La tua biodiversità quotidiana!

Italiaambiente24: un luogo, la sintesi. Dal lunedì al venerdì.

Grazie per esserti iscritto a Italiaambiente24!

A partire dalla prima edizione utile, riceverai il notiziario nella casella di posta che hai indicato.